Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell’informazione - PSR - Umbria

Anagrafica Misura
Regione: 
Umbria
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 1 – Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale
Fonti: 

Modalità attuative del 26/11/2012.

Responsabile della Misura: 

Dott. Giuseppe Merli)  -

Oggetto
Descrizione e finalità: 

Gli obiettivi operativi della misura sono rivolti a:

  • favorire il miglioramento delle conoscenze/competenze professionali nel settore agricolo e forestale;
  • promuovere lo sviluppo della professionalità imprenditoriale;
  • favorire la diffusione della conoscenza scientifica e delle innovazioni tecnologiche, comprese le nuove tecnologie della informazione e della comunicazione;
  • qualificare gli operatori in funzione dei possibili nuovi orientamenti di mercato;
  • incentivare le conoscenze per lo sviluppo di metodi compatibili con una gestione sostenibile delle risorse naturali;
  • consolidare le conoscenze dei metodi e strumenti per la multifunzionalità del settore agricolo e forestale.

Tra le diverse tematiche delle attività di informazione e di formazione potranno essere comprese quelle relative a:

  • a. gestione sostenibile delle risorse naturali, dell‟ambiente e delle aree agro-silvopastorali
  • b. sicurezza alimentare, salute delle piante e degli animali, benessere animale
  • c. miglioramento della sicurezza sul lavoro
  • d. qualità dei prodotti e certificazioni
  • e. aspetti tecnici ed economici del settore agricolo, alimentare, silvicolo e forestale
  • f. innovazioni tecnologiche, risultati di ricerche e sperimentazioni
  • g. nuove tecnologie per l‟informazione e la comunicazione.

La misura si divide in 2 Azioni:

Azione a) Attività informative

Azione b) Attività di formazone che si articola :

  • b.1) Attività formative e/o di aggiornamento.
  • b.2) Attività di divulgazione delle conoscenze tecniche e scientifiche.
  • b.3) Interventi formativi/qualificativi acquistati dal mercato.
  • b.4) Tutoraggio.
Interventi ammissibili: 
  • Azione A)  Agevolare la diffusione delle informazioni in ordine alla Politica agricola comunitaria mediante la realizzazione di seminari, conferenze, convegni e/o materiale informativo anche a carattere multimediale
  • Azione b1) Realizzare programmi formativi e/o di aggiornamento, a carattere collettivo, su tematiche tecniche, economiche e gestionali, differenziati in funzione delle specifiche esigenze di sviluppo competitivo e sostenibile, nei settori agricolo, agroalimentare, forestale.
  • Azione b2) Realizzare interventi, a carattere collettivo, di diffusione delle innovazioni, eventualmente collegati con progetti dimostrativi
  • Azione b3) Favorire la fruizione dell‟offerta formativa disponibile sul mercato, con l‟acquisizione da parte di imprenditori singoli o associati, titolari di attività agricole, agroalimentari e/o forestali, di pacchetti formativi rispondenti a quanto definito dal programma regionale che stabilisce contenuti dell‟attività formativa nonché modalità, requisiti e procedure per l‟accesso ai benefici dell‟azione.
  • Azione b4) Finanziare interventi di tutoraggio mirati all‟acquisizione di competenze specifiche da parte dell‟imprenditore. Gli interventi sono realizzati con attività formative a carattere individuale, a supporto delle attività aziendali, attraverso l‟affiancamento di tecnici qualificati (tutor ) iscritti nell‟elenco regionale dei tutor.
Destinazione
Destinatari: 
  • Azione A ) addetti dei settori agricolo, agroalimentare e forestale
  • Azione b1) gli imprenditori agricoli, agroalimentari e/o forestali ai sensi dell‟art. 2135 del c.c., coadiuvanti e dipendenti di aziende agricole e forestali, nonché giovani che intendono insediarsi per la prima volta in un‟azienda agricola e forestale. In materia di incendi boschivi destinatari degli interventi sono i tecnici e gli operatori addetti alle attività di prevenzione e lotta attiva. Per i giovani, l‟aiuto sarà erogato solo successivamente all‟avvenuto insediamento.
  • Azione b2 / b3 / b4) gli imprenditori agricoli, agroalimentari e/o forestali

Beneficiari:

  • Azione A) Regione, 3A Parco teconologico agroalimentare
  • Azione b1) Operatori pubblici o privati in possesso dei requisiti in materia di progettazione e gestione di attività formativa, previsti dalla normativa regionale, selezionati con procedura di evidenza pubblica; Regione Umbria in materia di incendi boschivi.
  • Azione b2) Regione, 3A Parco tecnologico agroalimentare
  • Azione b3) Imprenditori agricoli, agroalimentari e/o forestali
  • Azione b4) soggetti giuridici costituiti nelle forme previste dal c.c., in possesso di requisiti di progettazione e gestione di attività di formazione che si avvalgono di tutors iscritti nell‟apposito elenco regionale, selezionati con procedura di evidenza pubblica.
Aree territoriali di riferimento: 

Intero territorio rgionale.

Comparti: 
1. Seminativi
2. Riso e cereali minori
4. Tabacco
5. Ortofrutta
6. Zootecnia
7. Olivicoltura
8. Viticoltura
9. Apicoltura
10. Forestale
12. Agriturismo e attività connesse (artigianato, fattorie didattiche, ....)
13. Energie rinnovabili
14. Interventi agroforestali non produttivi
15. Altre produzioni comprese nell'Allegato I del Trattato
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Azione b.3) Interventi formativi/qualificativi acquistati dal mercato

Per l‟ azione A) sono considerati ammissibili i costi sostenuti per:

  • attività di progettazione e coordinamento e realizzazione delle iniziative;
  • noleggio di attrezzature e acquisto di materiale divulgativo a supporto delle iniziative;
  • affitto e noleggio di sale e strutture per attività seminariale e convegnistica;
  • produzione di supporti divulgativi (pubblicazioni cartacee ed elettroniche; stampa scritta pagine web, siti internet, produzioni audiovisive e trasmissioni televisive);
  • consulenze tecnico-scientifiche per la realizzazione di supporti cartacei, elettronici, audiovisivi;

Azione b.1), sono considerati ammissibili i costi sostenuti per:

  • a) attività di progettazione e coordinamento e realizzazione delle iniziative,
  • b) noleggio di attrezzature ed acquisto di materiale didattico a supporto delle iniziative,
  • c) affitto e/o noleggio di aule, attrezzature e strutture tecniche e/o didattiche per l‟attività,
  • d) produzione di supporti finalizzati all‟attività (pubblicazioni cartacee ed elettroniche)
  • e) spese di pubblicizzazione

Azione b.2), sono considerati ammissibili i costi sostenuti per:

  • a) attività di progettazione e coordinamento e realizzazione delle iniziative,
  • b) noleggio di attrezzature ed acquisto di materiale divulgativo a supporto delle iniziative,
  • c) affitto e/o noleggio di sale, attrezzature e strutture per gli incontri seminariali,
  • d) noleggio mezzi di trasporto, macchine e strumenti dimostrativi
  • e) produzione di supporti finalizzati all‟attività (pubblicazioni cartacee ed elettroniche, pagine web, siti internet, produzioni audiovisive, trasmissioni televisive)
  • f) spese di pubblicizzazione

Azione b.3) sono considerati ammissibili i costi sostenuti per l‟acquisto sul mercato di pacchetti formativi conformi alle specifiche dettate dal programma regionale appositamente definito che stabilisce contenuti dell‟attività formativa nonché modalità, requisiti e procedure per l‟accesso ai benefici previsti dall‟azione.

Azone b.4) sono considerati ammissibili i costi sostenuti per:

  • a) attività di progettazione e coordinamento e realizzazione dei programmi,
  • b) attività di tutoraggio,
  • c) noleggio di attrezzature
  • d) acquisto e/o realizzazione di materiale di supporto delle iniziative

Esclusioni e limitazoni

Non sono ammissibili al sostegno della misura gli interventi formativi che rientrano in corsi o tirocini previsti da programmi o cicli normali dell‟insegnamento agrosilvicolo medio o superiore, ovvero nell‟ambito di interventi formativi che beneficiano di contribuzione da parte dell‟Unione europea.

Soglie e massimali di spesa

Spese generali: max 5% dell‟importo della spesa ammessa a rendicontazione, per spese amministrative riconducibili all‟attuazione delle iniziative finanziate.

  • Azione b.1) limite massimo di euro 60.000,00.
  • Azione b.3) imite massimo annuo di euro 1.600,00 per ogni singolo beneficiario. Nell‟arco dell‟intero periodo di attuazione del presente programma il contributo concesso ad ogni beneficiario non potrà superare il limite complessivo di euro 4.800,00
  • Azione b 4)  limite massimo annuo di euro 2.500,00 per azienda. Nell‟arco dell‟intero periodo di attuazione del presente programma il contributo non potrà essere concesso più di tre volte per la stessa azienda.
Intensità dell'aiuto: 
  • Azione a): il contributo è concesso fino al 100% dell‟importo della spesa ammissibile;
  • Azione b.1): il contributo è concesso fino al 100% della spesa ammissibile;
  • Azione b.2): il contributo è concesso fino al 100% della spesa ammissibile;
  • Azone  b.3): il contributo viene concesso fino al 70% della spesa ammissibile;
  • Azione b.4): il contributo viene concesso fino ad un massimo del 100% della spesa ammissibile