Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell’informazione - PSR - Lombardia

Anagrafica Misura
Regione: 
Lombardia
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 1 – Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale
Fonti: 

Modalità attuative Rev. 6 del 24/11/2011.

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La misura ha l'obiettivo di :

  • diffondere conoscenze scientifiche e pratiche innovative agli operatori agricoli e forestali
  • migliorare la competitività e l’efficienza aziendale per raggiungere livelli di reddito adeguati e un’appropriata crescita professionale, in sintonia con le nuove linee di indirizzo della politica comunitaria
  • sensibilizzare gli operatori agricoli e forestali in materia di gestione sostenibile delle risorse naturali, con particolare riferimento ai requisiti della condizionalità.
  • accrescere la professionalità degli agricoltori e delle altre persone coinvolte nelle attività agricole e forestali, garantendo un adeguato livello di conoscenze tecniche ed economiche, che veda integrate le componenti dell’informazione, formazione a supporto sia dell’obiettivo competitività che di quello di gestione del territorio e dell’ambiente.

La misura si divide in 2 azoni:

  • 1) Formazione degli addetti nel settore agricolo e forestale.
  • 2) Informazione nel settore agricolo e forestale

Aree di operatività:

  • aspetti tecnici (produzioni ecocompatibili, qualità delle produzioni ecc.);
  • gestione organizzativa ed economica dell‟impresa;
  • trasferimento di risultati di ricerca e nuove tecnologie di comunicazione e informazione (ICT);
  • informazioni relative all‟evoluzione normativa ;
  • gestione sostenibile delle risorse naturali, anche con riferimento ai requisiti della condizionalità;
  • energia alternativa.
Interventi ammissibili: 

Azione 1) Corsi di formazione e aggiornamento (in aula, in campo, e-learning) ; Le iniziative possono avere anche carattere di residenzialità o semiresidenzialità.

L‟azione formativa si svilupperà pertanto sui seguenti temi:

  • la gestione aziendale per migliorare l‟efficienza tecnico-economica;
  • la tenuta della contabilità: strumenti e metodologie;
  • il business plan come metodologia per le scelte di sviluppo aziendale;
  • l analisi dei costi a supporto dei processi decisionali;
  • l innovazione di processo e di prodotto a livello aziendale e di filiera;
  • la valorizzazione delle produzioni in termini di tipicità e di origine;
  • le nuove forme di commercializzazione dei prodotti (filiera corta, vendita diretta, mercati
  •  gricoli telematici);
  • tecniche di comunicazione di vendita dei prodotti;
  • razionale impiego dei prodotti fitosanitari e dei concimi;
  • corretto utilizzo delle acque irrigue;
  • controllo e gestione dei farmaci in azienda;
  • introduzione di tecniche innovative nella gestione degli allevamenti;
  • utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento;
  • la produzione di biogas da effluenti di allevamenti zootecnici, da biomasse vegetali e sottoprodotti agroindustriali;
  • la gestione degli impianti di produzione energetica da fonti rinnovabili in agricoltura;
  • la manutenzione del territorio e del paesaggio;
  • progettare e gestire servizi multifunzionali in agricoltura;
  • progettare e gestire l‟accoglienza in aziende multifunzionali;
  • organizzazione e gestione di attività di integrazione del reddito aziendale (agriturismo, fattorie didattiche, altre forme di accoglienza);
  • salute e sicurezza sul lavoro;
  • tecniche operative per lo svolgimento in sicurezza di attività selvicolturali;

Azione 2) Raccolta, elaborazione e trasferimento di dati ed informazioni di carattere tecnico, economico, normativo, inclusa la diffusione di conoscenze scientifiche e pratiche innovative, tramite idonei strumenti quali:

  • incontri informativi e visite guidate in campo su tematiche individuate dalla D.G. Agricoltura di concerto con i portatori di interesse dei diversi comparti produttivi agricoli e forestali (minimo 20 partecipanti);
  • convegni e seminari divulgativi per il trasferimento delle conoscenze e dell‟innovazione in ambito agro-forestale;
  • pubblicazioni a carattere periodico e non, pubblicazioni specialistiche, opuscoli, schede tecniche, bollettini, newsletter, realizzate e diffuse sotto forma cartacea o con tecnologie di rete.
Destinazione
Destinatari: 
  • Azone 1 ) Imprenditori agricoli e forestali, coadiuvanti familiari e salariati.
  • Azione 2) Imprenditori agricoli e forestali, coadiuvanti familiari e salariati. Soggetti che operano nei servizi di consulenza, formazione e informazione

La misura non interviene nella formazione dei tecnici agricoli e degli addetti del settore agro-industriale.

Beneficiari

Azione 1) Enti di formazione professionale accreditati presso la Regione Lombardia ai sensi delle normative regionali in materia di istruzione e formazione professionale.

Azione 2) Regione (Direzione Generale Agricoltura) e Province.

  • Enti pubblici che statutariamente perseguono scopi di sviluppo agricolo e forestale o di informazione e diffusione di conoscenze.
  • Istituti universitari ed altri enti di ricerca pubblici e privati, organizzazioni di prodotto riconosciute ai sensi della vigente normativa, cooperative agricole e loro consorzi, organizzazioni professionali ed associative agricole, enti ed organismi privati riconosciuti idonei dalla Regione a svolgere attività di informazione e diffusione di conoscenze in agricoltura.
Aree territoriali di riferimento: 

Intero territorio regionale.

Comparti: 
1. Seminativi
2. Riso e cereali minori
5. Ortofrutta
6. Zootecnia
7. Olivicoltura
8. Viticoltura
9. Apicoltura
10. Forestale
11. Florovivaismo
12. Agriturismo e attività connesse (artigianato, fattorie didattiche, ....)
13. Energie rinnovabili
14. Interventi agroforestali non produttivi
15. Altre produzioni comprese nell'Allegato I del Trattato
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

1. Interventi di formazione:

  • docenze e tutoraggio;
  • acquisto, di materiale didattico;
  • produzione di supporti didattici e informativi;
  • affitto o noleggio di aule, attrezzature e strutture tecniche e/o didattiche;
  • spese per trasferte partecipanti;
  • spese generali, di progettazione e di coordinamento;
  • spese di pubblicizzazione.

2. Interventi di informazione:

  • personale qualificato (relatore, esperto in specifiche discipline, divulgatore, ecc.);
  • affitto sale e attrezzature per organizzazione di convegni, seminari e incontri informativi;
  • noleggio mezzi di trasporto, macchine e strumenti dimostrativi;
  • coordinamento organizzativo di convegni, seminari e incontri informativi fino ad un massimo di 250 euro per evento;
  • spese di realizzazione e diffusione di materiale informativo, pubblicazioni, opuscoli, schede tecniche, ecc.;
  • spese generali: max 5% dell‟importo della spesa ammessa a rendicontazione, per spese amministrative riconducibili all‟attuazione delle iniziative finanziate.

Esclusioni e limitazioni

  • Il sostegno è escluso per attività di formazione che fanno parte di normali programmi o sistemi di educazione previsti dall’ordinamento scolastico esistente per l’agricoltura e la forestazione e per attività finanziate dal Fondo Sociale Europeo.
  • La misura non interviene nella formazione dei tecnici agricoli e degli addetti del settore agroindustriale.
Intensità dell'aiuto: 

L' importo dell‟aiuto concedibile è pari al:

  • 100 % delle spese ammesse sulla base dei costi sostenuti dai beneficiari, per le attività di formazione. Può essere prevista una quota di iscrizione a carico dei partecipanti alle iniziative formative da portare in detrazione dell' aiuto concedibile
  • 80 % delle spese ammesse sulla base dei costi sostenuti dai beneficiari, per le attività di informazione e diffusione della conoscenza. Può essere prevista una quota di iscrizione a carico dei partecipanti alle iniziative di informazione da portare in detrazione dell' aiuto concedibile;
  • 100 % delle spese ammesse sulla base dei costi sostenuti dalla Regione e dalle Province, per le attività di informazione e diffusione della conoscenza svolte direttamente da tali soggetti.