Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

3.1.1 Diversificazione in attività non agricole - PSR - Marche

Anagrafica Misura
Regione: 
Marche
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 3 - Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale
Azione: 
b) Diversificazione dell’attività delle aziende agricole ed avvio di nuove attività
Fonti: 

PSR Marche - Versione Dicembre 2012

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La misura prevede la concessione di un aiuto in conto capitale destinato al cofinanziamento di investimenti strutturali aziendali materiali ed immateriali finalizzati a:

  • promuovere e favorire la differenziazione delle attività dell’azienda agricola, attraverso lo sviluppo di nuovi settori e nuovi prodotti, fra i quali le utilizzazioni no food delle produzioni agricole e la produzione di energia da fonti rinnovabili;
  • incoraggiare l’avvio di nuove attività economiche, da parte di familiari degli imprenditori agricoli e delle cooperative sociali, nel campo dei servizi sociali ed ambientali.
     
Interventi ammissibili: 

Gli interventi ammissibili sono:

  • a) servizi socio assistenziali e servizi sanitari
  • b) attività educative e didattiche in ambito storico-culturale, agricolo, alimentare, ambientale nonché attività socio-ricreative e ludiche nell’ambito dell’azienda agricola a servizio della popolazione dei centri rurali;
  • c) attività di trasformazione e commercializzazioni di prodotti e sottoprodotti agricoli
  • d) realizzazione di impianti di produzione, utilizzo e vendita di energia o calore da fonti rinnovabili di potenza massima di 1 MW elettrico
  • e) recupero di mestieri tradizionali delle aree rurali .

Per gli investimenti finalizzati alla produzione di energia attraverso l’utilizzo di prodotti agricoli e/o forestali, almeno l’80% del prodotto trasformato deve essere conferito nell’ambito di un progetto di filiera ammesso a finanziamento dalla Regione Marche.

E’ altresì necessario dimostrare che, per almeno 5 anni, dalla data di pagamento dell’aiuto, sono rispettate le condizioni sopra indicate. La presente limitazione non si applica se la biomassa viene interamente utilizzata nell’ambito dell’azienda stessa per l’autoproduzione energetica o comunque in un impianto aziendale. Sono ammissibili soltanto gli impianti progettati e realizzati nel rispetto della normativa vigente in materia (incluso quello sull’accumulo termico) e che godono di adeguate garanzie sulle caratteristiche e sulle prestazioni di funzionamento.

Destinazione
Destinatari: 
Aree territoriali di riferimento: 

Intero territorio regionale.

Comparti: 
12. Agriturismo e attività connesse (artigianato, fattorie didattiche, ....)
13. Energie rinnovabili
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Investimenti materiali

  • ristrutturazione edilizia o adeguamento funzionale di beni immobili destinati allo svolgimento degli interventi ammissibili.
  • acquisto di attrezzature, strumenti, arredi, impianti e macchinari destinati allo svolgimento delle attività riferiti ai medesimi settori di diversificazione compreso il relativo software di gestione

Investimenti immateriali

  • onorari di consulenti progettisti per la realizzazione di studi di fattibilità e per la progettazione degli investimenti di cui sopra

Soglie e massimali di spesa
Importo massimo investimenti immateriali 10% degli investimenti materiali ammissibili

 

Intensità dell'aiuto: 

Contributo in conto capitale

Investimento realizzato da agricoltori e membri della famigli agricola operanti nelle zone montane, zone svantaggiate e aree Natura 2000

  • 45% investimenti immobili e spese generali per l’intero investimento
  • 50% Investimenti immobili realizzati con tecniche di bioedilizia
  • 30% Arredi e attrezzature

Investimento realizzato da agricoltori e membri della famiglia agricola in altre zone

  • 35% investimenti immobili e spese generali per l’intero investimento
  • 40% Investimenti immobili realizzati con tecniche di bioedilizia
  • 30% Arredi e attrezzature

Elenco zone svantaggiate e montane


Investimenti destinati alla realizzazione di impianti per la produzione di energia elettrica e/o calore da fonti rinnovabili (ovunque realizzati)

  •     40% delle spese ammissibili

Contributo soggetto al regime "de minimis".
Per gli investimenti relativi alle azioni c) e d) il contributo è soggetto al regime temporaneo fino al 31/12/2011.