Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

2.2.2 Primo impianto di sistemi agro-forestali su terreni agricoli - PSR - Marche

Anagrafica Misura
Regione: 
Marche
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 2 - Miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale
Fonti: 

PSR Marche - Versione Dicembre 2012

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La misura prevede la concessione di aiuti destinati all’impianto di specie forestali, autoctone o di antico indigenato, gruppi, boschetti, filari, esemplari isolati e siepi, con funzione produttiva, protettiva, paesaggistica ed ambientale, in terreni investiti con colture agricole tradizionali, per favorire un utilizzo plurimo del suolo al fine di perseguire i seguenti obiettivi: 

  • ricreare o migliorare, attraverso l’impianto dei cosiddetti “elementi diffusi del paesaggio agrario”, il paesaggio rurale tipico delle Marche, uniformemente diffuso nella bassa e media collina marchigiana, prima dell’avvento della meccanizzazione agricola, o il ripristino dei pascoli arborati dell’alta collina e montagna;
  • favorire nelle aree collinari la tutela della risorsa suolo contrastandone l’erosione superficiale ed il piccolo dissesto idrogeologico attraverso una maggiore copertura del suolo ed una maggiore diversificazione dei soprassuoli dei versanti collinari;
  • garantire una funzione tampone depurativa delle acque;
  • promuovere l’incremento della biodiversità attraverso il ripristino di elementi di interconnessione tra habitat favorevoli alla vita della fauna selvatica;
  • favorire l’attenuazione dei cambiamenti climatici attraverso l’immobilizzazione nel suolo e la riduzione del carbonio nell’atmosfera.
Interventi ammissibili: 

Sono ammesse le seguenti tipologie di impianto.

  • impianti a sesto definitivo (massimo 100 piante ad ettaro) di specie arboree di latifoglie autoctone anche micorrizate con tartufo. Il costo aggiuntivo dovuto alla micorizzazione delle piante non è ammissibile;
  • impianto misto di arbusti a frutti eduli per confetture, di specie mellifere o per altre produzioni eduli disposti in filare, siepe, arbusteto o gruppo (corniolo, corbezzolo, biancospino, sambuco, rosaceae selvatiche), e di specie arboree di latifoglie autoctone o di antico indigenato anche micorrizate con tartufo (massimo 100 piante ad ettaro per specie arboree e 200 per specie arbustive). Il costo aggiuntivo dovuto alla micorizzazione delle piante non è ammissibile.

Gli impianti devono essere realizzati utilizzando specie idonee in rapporto alle condizioni stazionali del contesto interessato.

Gli imboschimenti realizzati nei siti Natura 2000, designati ai sensi delle direttive 79/409/CEE e 92/43/CEE, devono essere compatibili con gli obiettivi di gestione del sito interessato e con le misure di conservazione previste per gli ambienti aperti, dalla normativa regionale.

La superficie minima di impianto è di almeno 1 ettaro di superficie trasformata da agricola ad agroforestale

 

Destinazione
Destinatari: 

Imprenditori agricoli singoli o associati.

Aree territoriali di riferimento: 

Intero territorio regionale.

Comparti: 
10. Forestale
10.2 Silvicoltura
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Investimenti materiali
Costi di impianto, nei limiti stabiliti dai prezzari vigenti per le opere forestali, costituiti esclusivamente da:

  • il costo delle piante;
  • i costi diretti della messa a dimora delle piante;
  • i costi connessi alla messa a dimora delle piante: tutori e protezioni della singola pianta.


Investimenti immateriali

  • spese per onorari di consulenti progettisti per la progettazione degli investimenti in questione.


Soglie e massimali di spesa
Importo massimo investimenti immateriali 10% degli investimenti materiali ammissibili

Esclusioni e limitazioni
Non sono ammissibili:

  • impianti di alberi natalizi
  • impianti che eliminano fasce ecotonali, sede di colonizzazione di specie legnose autoctone arbustive ed arboree od aree aperte intercluse (ad es. inclusi particellari non boscati, pascoli ed aree aperte intercluse)
Intensità dell'aiuto: 

Contributo in conto capitale

  • 80% dei costi di impianto ammissibili per le zone montane, per le zone caratterizzate da altri svantaggi naturali e per le zone Natura 2000;
  • 70% dei costi di impianto ammissibili per le altre zone

Elenco zone svantaggiate e montane