Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

1.2.3 Accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali - PSR - Friuli-Venezia Giulia

Anagrafica Misura
Regione: 
Friuli-Venezia Giulia
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 1 – Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale
Azione: 
1 - Accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli
Fonti: 
  • Programma di Sviluppo Rurale 2007 - 2013 della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia
  • Versione 6 Ottobre 2012.
Responsabile della Misura: 

Servizio investimenti aziendali e sviluppo agricolo : s.investimentiesviluppo.agrifor@regione.fvg.it

Oggetto
Descrizione e finalità: 

L’aiuto deve essere finalizzato ad investimenti materiali e immateriali che migliorino il rendimento globale delle imprese beneficiarie, riguardino la lavorazione, trasformazione e commercializzazione e/o lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie, a partire dalle produzioni di cui allAllegato I del Trattato.

A tale scopo le esigenze e gli obiettivi operativi sono così individuati:

  • miglioramento dei processi di trasformazione mediante investimenti indirizzati alle produzioni di qualità, incluse le produzioni biologiche, mediante investimenti collegati all’utilizzo di marchi regionali di qualità, nonché mediante investimenti funzionali alla riconoscibilità dei passaggi/processi produttivi da parte del consumatore;
  • introduzione di nuove tecnologie e di innovazione, finalizzato a sostenere la competitività, alla riduzione dei costi di produzione e alla salvaguardia ambientale;
  • diversificazione della produzione primaria a livello regionale e riconversione degli indirizzi colturali mediante lo sviluppo della filiera energetica;
  • promozione di una migliore situazione dal punto di vista della sicurezza sul lavoro;
  • promozione del miglioramento delle condizioni di igiene nei processi di traslazione e commercializzazione.
Interventi ammissibili: 
  • Investimenti finalizzati al miglioramento dei processi di trasformazione mediante investimenti indirizzati alle produzioni di qualità, incluse le produzioni biologiche, mediante investimenti collegati all’utilizzo di marchi regionali di qualità, nonché mediante investimenti funzionali alla riconoscibilità dei passaggi/processi produttivi da parte del consumatore;
  • Investimenti finalizzati all' introduzione di nuove tecnologie e di innovazione, finalizzate a sostenere la competitività, la riduzione dei costi di produzione e la salvaguardia ambientale;
  • Investimenti finalizzati alla diversificazione della produzione primaria a livello regionale e riconversione degli indirizzi colturali mediante lo sviluppo della filiera energetica;
  • Investimenti finalizzati alla promozione di una migliore situazione dal punto di vista della sicurezza sul lavoro;
  • Investimenti finalizzati alla promozione del miglioramento delle condizioni di igiene nei processi di traslazione e commercializzazione.

Per rispettare la demarcazione con le OCM sono fissate le seguenti limitazioni settoriali:

Comparti Limitazioni
Olivicolo Il PSR non finanzia gli interventi che comportino un aumento della capacità produttiva delle agroindustrie
Ortofrutta Il PSR non interverrà per quanto previsto dai Programmi operativi delle O.P.
Vinicolo il PSR non finanzia gli interventi che possono essere finanziati a valere sulle misure di cui al regolamento (CE) 491/2009

 

Destinazione
Destinatari: 
  • Imprese agroindustriali che svolgono attività di manipolazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli
Aree territoriali di riferimento: 

Intero territorio regionale.

Comparti: 
1. Seminativi
1.1 Cereali (escluso riso)
1.2 Oleoprotaginose
2. Riso e cereali minori
5. Ortofrutta
5.1 Orticoltura
5.2 Frutticoltura
6. Zootecnia
7. Olivicoltura
8. Viticoltura
11. Florovivaismo
11.2 Floricoltura
13. Energie rinnovabili
15. Altre produzioni comprese nell'Allegato I del Trattato
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 
  • Acquisto, costruzione e miglioramento di beni immobili (fabbricati e impianti) , terreni necessari alla realizzazione dell’investimento oggetto di richiesta di finanziamento fino ad un massimo del 10% della spesa ammissibile relativa all’investimento, terreno escluso.
  • Acquisto, anche mediante leasing con patto di acquisto, di nuovi impianti tecnologici, attrezzature e macchinari idonei ad un conveniente utilizzo aziendale, compresi i macchinari per la movimentazione dei prodotti all’interno degli impianti e non aventi le caratteristiche per la circolazione su strada.
  • Dotazioni informatiche e il software accessorio.
  • Realizzazione di impianti che utilizzino fonti rinnovabili, produzioni agricole e loro sottoprodotti per la produzione di energia a condizione che:
    - siano dimensionati sul consumo energetico nel ciclo produttivo dell’impresa e quindi destinati all’autoconsumo;
    - la potenza non sia superiore a 1 MW;
    - il piano d’impresa fornisca le necessarie informazioni

Esclusioni e limitazioni :

Interventi non ammissibili:

  • Interventi relativi ai fabbricati ad uso abitazione.
  • Acquisto di terreni, ad esclusione delle aree di pertinenza relative ad investimenti immobili oggetto di richiesta di finanziamento, fino ad un massimo del 10% del totale delle spese ammissibili relative all’operazione considerata.
  • Interventi di mera sostituzione che non comportino miglioramenti tecnologici o funzionali.
  • Interventi di manutenzione ordinaria di beni mobili ed immobili.
  • Acquisto di beni strumentali usati, e di mezzi di consumo che esauriscono normalmente l’utilizzo nell’ambito di un singolo ciclo produttivo annuale, incluse le barriques.
  • Acquisto di contenitori in legno per l’affinamento e l’invecchiamento dei vini.
  • IVA, ad eccezione dell’imposta non recuperabile dal beneficiario finale.
  • Interessi passivi.

Soglie e massimali di spesa

Volume massimo

Microimprese 1.500.000 €
Piccole imprese 2.500.000 €
Medie e altre imprese 3.500.00 €
Parametri dimensionali delle imprese Raccomandazione 2003/361/CE

  • volume aggiuntivo per investimenti relativi all’ utilizzo di fonti energetiche agricole, forestali e fotovoltaiche 100.000 €
  • volume aggiunto per finalizzazione degli investimenti all’ottenimento di prodotti di qualità 150.000 €

Volume minimo

Micro imprese 75.000 €
Piccole imprese 150.000 €
Medie e altre  250.000 €

Le spese generali relativamente alle categorie di investimenti sopraelencate, inclusa l’acquisizione di brevetti e licenze, sono riconosciute nei limiti massimi del 10% dell’importo degli stessi, purché sia determinata una diretta connessione con l’investimento proposto per il finanziamento. In caso di investimenti in zone con vincoli di natura ambientale il limite è innalzato al 12%.

 

Intensità dell'aiuto: 

L’aiuto in conto capitale è concesso secondo le percentuali stabilite nel seguente prospetto:

Tipologia micro-piccole-medie imprese “Altre
imprese
approccio integrato approccio singolo
Tutte le tipologie di spesa 40% 40% 20%