Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

3.1.1 Diversificazione in attività non agricole - PSR - Puglia

Anagrafica Misura
Regione: 
Puglia
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 3 - Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale
Azione: 
3) Servizi socio-sanitari
Fonti: 

PSR Puglia - Versione Novembre 2012

Responsabile della Misura: 

Sig. MARTINO Luciano Massimo
Sede: Lungomare Nazario Sauro, 45/47 - 70122 BARI
Telefono: 080/5405278
Email: luciano.martino@cheapnet.it

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La Misura intende incrementare la diversificazione delle fonti di reddito e dell’occupazione della famiglia agricola, promuovendo l’uso sostenibile delle risorse fisiche, naturali e agricole disponibili, con particolare attenzione all’uso di biomasse per la produzione di energia, con vantaggio indiretto per le collettività rurali e di favorire l'ingresso di giovani e donne nel mercato del lavoro e stimolarne la permanenza nelle aree rurali.
Gli obiettivi operativi sono:

  • realizzare interventi volti a qualificare ed accrescere l’offerta agrituristica;
  • interventi volti a qualificare ed accrescere l’offerta di attività didattiche ricreative e socio-assistenziali;
  • promuovere la produzione e l’utilizzazione di energia da fonti rinnovabili particolarmente da biomasse;
  • realizzare spazi aziendali attrezzati per la trasformazione, esposizione e la vendita di prodotti non compresi nell’allegato I del Trattato.

In particolare, la finalità specifica dell’Azione 3, è quella di qualificare ed accrescere l’offerta di attività socio-assistenziali.

 

Interventi ammissibili: 

Realizzare investimenti funzionali alla fornitura di servizi socio-sanitari a vantaggio delle fasce deboli della popolazione.

Destinazione
Destinatari: 

Imprenditori agricoli o membri della famiglia agricola.
 

Aree territoriali di riferimento: 

Aree rurali intermedie C”, “Aree rurali con problemi complessivi di sviluppo D”.
In presenza di “aziende strutturalmente ed economicamente deboli e non competitive nel comparto agricolo”, l’azione potrà essere applicata, a livello marginale, anche alle “Aree ad agricoltura intensiva specializzata B” risultate beneficiarie nell’ambito dell’Asse IV (cioè rientranti in GAL approvati).
Per aziende strutturalmente ed economicamente deboli e non competitive nel comparto agricolo” non si intendono imprese in difficoltà.

Elenco comuni per zona di appartenenza.

Comparti: 
12. Agriturismo e attività connesse (artigianato, fattorie didattiche, ....)
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Investimenti materiali

  • ammodernamento di locali preesistenti (compresi modesti ampliamenti )
  • acquisto di attrezzature per la fornitura dei servizi socio-sanitari
  • acquisto di arredi
  • acquisto di attrezzatura informatica

Spese generali

  • onorari di architetti, ingegneri e consulenti
  • studi di fattibilità
  • acquisizione di brevetti e licenze

Soglie e massimali

  • Spese generali non devono superare il 10% dell’investimento totale
  • Investimento minimo ammissibile: 100.000 € ad eccezione di interventi che ricadono nelle aree di intervento dell’Asse IV (ossia comprese in GAL), per i quali non vi è un limite minimo.
Intensità dell'aiuto: 

Contributo in conto capitale:

  •  50% dell’investimento ammesso.

Contributo soggetto al regime "de minimis"