Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

1.2.1 Ammodernamento delle aziende agricole - PSR - Calabria

Anagrafica Misura
Regione: 
Calabria
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 1 – Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale
Fonti: 

PSR Calabria Vers. Dicembre 2012.

Responsabile della Misura: 

Chiellino Francesco

  • Tel: 0961/853127.
Oggetto
Descrizione e finalità: 

La misura mira ad accrescere la competitività, la capacità di creare valore aggiunto e migliorare le performance globali delle aziende.

In particolare gli obiettivi sono :

  • aumentare la competitività attraverso l’introduzione e lo sviluppo di tecnologie innovative, che assicurino la riduzione dei costi di produzione, incrementino il valore aggiunto delle produzioni agricole, migliorino la qualità delle produzioni e/o gli standard di sicurezza;
  • migliorare il capitale fisico, anche in un’ottica di adeguamento alle nuove norme comunitarie;
  • incrementare l’efficienza delle aziende attraverso la razionalizzazione dei processi produttivi;
  • accompagnare la riconversione e la diversificazione dell’attività produttiva agricola e lo sviluppo di nuovi prodotti, compresi i settori no-food;
  • favorire l’occupazione e il ricambio generazionale nel settore agricolo;
  • conservare e migliorare l’ambiente e il paesaggio riducendo l’impatto ambientale delle attività agricole, attraverso il risparmio delle risorse idriche e la promozione delle fonti energetiche rinnovabili e alternative.
Interventi ammissibili: 
  • Investimenti finalizzati  per l’ammodernamento aziendale;
  • Investimenti finalizzati all' introdurre nuove tecnologie e innovazioni di processo, di prodotto e di gestione;
  • Investimenti Finalizzati nel sostenere la riconversione e la diversificazione colturale o produttiva, anche nei settori non alimentari (come le colture energetiche, ecc.);
  • Investimenti finalizzati alla produzione e consumo di energia rinnovabile e/o alternativa, finalizzati al soddisfacimento dei fabbisogni aziendali;
  • Investimenti finalizzati ad incrementare il valore aggiunto delle produzioni agricole e- promuovere la “filiera corta”, attraverso il sostegno alle attività di trasformazione e - commercializzazione realizzabili a livello aziendale;
  • Investimenti finalizzati ad aumentare la qualità delle produzioni;
  • Investimenti finalizzati all'introduzione di sistemi di qualità;
  • Investimenti finalizzati ad accelerare l’adeguamento delle produzioni e degli allevamenti alle normative comunitarie in materia di ambiente, sicurezza sul lavoro, igiene e benessere animale.

Per rispettare la demarcazione con le OCM sono fissate le seguenti limitazioni settoriali:

Settore Limitazioni
Viti-vinicolo l sostegno non è concesso per gli investimenti relativi all’impianto ed al reimpianto perché già finanziati in ambito delle OCM;
Olivicoltura Gli interventi finalizzati all'ammodernamento delle aziende agricole  a carattere collettivo realizzate delle O.P. verrano finanziate nell'ambito delle OCM limitatamente al miglioramento delle condizioni di consegna e magazzinaggio, mentretutte le altre tipologie d'investimento verranno realizzatenell'ambito del PSR. Gli investimenti di singole imprese oaziende agricole verranno realizzati nell'ambito del PSR
Apicoltura Gli interventi di carattere collettivo realizzati da associazioni verranno finanziati nell'ambito delle O.C.M., tali interventi non riguardano investimenti relativi alle singole aziende apicole. Per quanto riguarda le arnie queste verranno esclusivamente finanziate  dalla misura  (Le O.P. non finanziano l’acquisto delle singole arnie).
Ortofrutta

Iprogetti per

  • la riconversione verticale produttiva
  • l' organizzazione e la razionalizzazione della produzione
  • riduzione e stabilizzazione dei costi nella fase agricola

presentati dai produttori associati che prevedono un piano di investimenti superiore a 25.000 verranno finanziati  dalla misura , mentre al di sotto di tale importo il sostegno è garantito nell' ambito dei programmi operativi finanziati con le OCM

 
 
 

Destinazione
Destinatari: 
  • Imprenditori agricoli singoli ed associati sotto qualsiasi forma, anche per la realizzazione di investimenti collettivi.
  • Giovane Aricoltore
Aree territoriali di riferimento: 

Intero territorio regionale.

Comparti: 
1. Seminativi
5. Ortofrutta
6. Zootecnia
7. Olivicoltura
8. Viticoltura
9. Apicoltura
10. Forestale
10.3 Produzioni forestali per la produzione di energia
11. Florovivaismo
13. Energie rinnovabili
15. Altre produzioni comprese nell'Allegato I del Trattato
Comparto speciale: 
castanicoltura da frutto
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

 Investimenti materiali

  • Interventi di costruzione e/o ammodernamento di abbricati rurali al servizio dell’azienda, fatta eccezione per quelli di uso abitativo;
  • Acquisto di nuove macchine e attrezzature;
  • Impianti forestali a rapido accrescimento (Short Rotation Forestry) per la produzione dibiomassa ad uso energetico;
  • Acquisto di terreni agricoli per favorire l’insediamento dei giovani agricoltori per un costo inferiore al 10% del totale delle spese ammissibili.
  • Miglioramenti fondiari finalizzati alla realizzazione e riconversione di impianti di colture permanenti nel rispetto delle limitazioni previste dalle OCM di settore;
  • Gli investimenti aziendali atti a favorire l’efficienza e il riutilizzo della risorsa idrica con tecniche di irrigazione a basso consumo idrico;
  • Realizzazione e/o allestimento di immobili e relative attrezzature per la trasformazione,conservazione, confezionamento e commercializzazione dei prodotti agro-zootecnici prevalentemente (almeno i 2/3) di produzione aziendale. Sono inclusi i costi per l’acquisto di dotazioni e attrezzature informatiche, attrezzature di laboratorio di analisi e strumentazione per verifica di parametri qualitativi delle produzioni aziendali;
  • Realizzazione di impianti tecnologici (anche per uso di più aziende) fino ad una potenza di 1MW,
  • Realizzazione e ristrutturazione di serre di tipo innovativo a basso impatto ambientale (colture  fuori suolo) che assicurino il contenimento dei costi energetici e riducono i costi di produzione.
  • Meccanismi di prevenzione (difesa attiva) contro gli effetti negativi di eventi estremi connessi ai cambiamenti climatici (p.es. installazione di reti e impianti antigrandine e antibrina);
  • Introduzione di impianti di mungitura e refrigerazione per la produzione di latte alimentare di alta qualità e di latte alta qualità per le produzioni DOP.

Investimenti immateriali

  • Realizzazione e acquisizione di sistemi di gestione della qualità (ad es. certificazioni volontarie e certificazioni della GDO);
  • Costi generati dall’acquisto o utilizzo di brevetti e licenze e dall’acquisto di software di gestione.

Esclusioni e Limitazioni

Sono esclusi dagli investimenti finanziabili le seguenti tipologie di spese:

  • Acquisto di film plastico per la realizzazione di tunnel per l’orto-floricoltura;
  • Investimenti di mera sostituzione, Si precisa inoltre che nel caso di impianti arborei sono esclusi gli investimenti relativi a quelli a fine ciclo;
  • Acquisto di veicoli non riconducibili alla categoria dei macchinari adibiti a lavori agricoli.
  • Investimenti destinati ad adeguare l’azienda a normative in materia di ambiente, igiene e benessere.

Lattiero-caseario
il sostegno è concesso solo per interventi dimensionati sulla base delle quote possedute dal singolo produttore

Soglie e massimali di spesa

  • Le spese per investimenti immateriali sono ammissibili a sostegno solo se connesse agli investimenti di tipo materiale e non possono in ogni caso superare il 10% della spesa totale ammissibile.
  • Le spese generali sono precisate a livello di singola misura e, comunque, sono ammesse a contributo nel limite massimo del 9% dell’importo complessivo dell’investimento di cui, massimo il 6% per progettazione e direzione lavori, e massimo il 3% per le altre spese.
  • Nel caso di progetti particolarmente complessi, per la cui realizzazione sono richiesti nulla osta e/o pareri delle Autorità pubbliche che comportano la predisposizione di ulteriori elaborati per il tecnico, il massimale potrà essere aumentato al 7%.
  • Per quanto concerne opere, impianti, macchinari, attrezzature e arredi il cui costo è determinato in base ai preventivi le spese generali non possono superare il 3%.
  • Acquisto di terreni agricoli: 10% del totale delle spese ammissibili.

La spesa massima ammissibile è pari € 2.500.000. Nel caso il beneficiario attivi la modalità di finanziamento in conto interesse può essere riconosciuto un investimento ammissibile di importo superiore purché l’ESL non superi il massimale previsto.

 

Intensità dell'aiuto: 

L’intensità dell’aiuto per l’ammodernamento delle aziende agricole è così ripartito:

  • 60% del costo dell’investimento ammissibile realizzato da giovani agricoltori che si insediano per la prima volta nelle Zone montane, Zone caratterizzate da svantaggi naturali Natura 2000 ,tutela delle risorse idriche.
  • 50% del costo dell’investimento ammissibile realizzato da giovani agricoltori che si insediano per la prima volta nelle altre zone.
  • 50% del costo dell’investimento ammissibile realizzato da altri agricoltori nelle zone Zone montane, Zone caratterizzate da svantaggi naturali Natura 2000 ,tutela delle risorse idriche.
  • 40% del costo dell’investimento ammissibile realizzato da altri agricoltori nelle altre zone.