Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

2.2.7 Sostegno agli investimenti non produttivi nel settore forestale - PSR - Toscana

Anagrafica Misura
Regione: 
Toscana
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 2 - Miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale
Fonti: 

 PSR Versione 9 ( 17/7/2012 ).

Responsabile della Misura: 

Giovanni Filiani:

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La misura mira  al miglioramento, alla tutela ed alla valorizzazione delle foreste, al fine di potenziare la biodiversità, la conservazione degli ecosistemi forestali anche di grande pregio e il consolidamento della funzione protettiva delle foreste. Inoltre, si vuole garantire la fruibilità del bosco da parte della compagine sociale esaltandone il valore ecologico, sociale, ricreativo, turistico e ambientale e salvaguardandone il valore paesaggistico.
La misura persegue prioritariamente l’obiettivo di “conservazione della biodiversità e tutela delle specie selvatiche e di quelle coltivate o allevate e partecipa anche al conseguimento dell’obiettivo specifico di “conservazione e miglioramento del paesaggio
 

Interventi ammissibili: 

Gli interventi ammissibili riguardano:

  • Esecuzione di interventi finalizzati al raggiungimento di obiettivi ambientali: miglioramento della biodiversità; potenziamento della stabilità ecologica dei popolamenti forestali con funzioni prevalentemente protettive; protezione del suolo dall’erosione, miglioramento della funzione di assorbimento della CO2 per il contrasto dei cambiamenti climatici
  • Realizzazione di investimenti forestali non produttivi ai fini della valorizzazione dei boschi in termini di pubblica utilità, e finalizzati a favorire il ruolo multifunzionale delle aree di interesse forestale e favorirne l’uso a scopi ricreativi, turistici e sociali.

Esclusioni e limitazioni

Sono esclusi gli interventi all’interno di parchi e giardini ricompresi nelle zone classificate urbane dagli strumenti di pianificazione urbanistica vigenti.

Sono esclusi dal finanziamento tutti gli interventi riconducibili a ordinaria manutenzione.

Sono esclusi dal finanziamento gli impianti di arboricoltura da legno

 

Destinazione
Destinatari: 
  • Imprenditori agricoli e forestali e altre persone fisiche o giuridiche di diritto privato siano essi proprietari o affittuari, singoli o associati;
  • Regione Toscana, Amministrazioni provinciali, Comunità Montane, Comuni e loro associazioni, altri Enti pubblici.
Aree territoriali di riferimento: 

Intero territorio regionale, nelle aree di interesse forestale.

Comparti: 
14. Interventi agroforestali non produttivi
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Le spese ammissibili riguardano:
Esecuzione di interventi finalizzati al raggiungimento di obiettivi ambientali:

  • sfolli in giovani impianti;
  • diradamenti eseguiti in fustaie a densità colma;
  • avviamento all’alto fusto di cedui invecchiati;
  • disetaneizzazione di fustaie coetanee;
  • rinaturalizzazione di fustaie;
  • ricostituzione di aree aperte all’interno dei boschi al fine di aumentare la variabilità spaziale e la biodiversità;
  • realizzazione o ripristino,all’interno dei rimboschimenti esistenti o nelle aree di neo-colonizzazione, di opere di sistemazione idraulico-forestali, quali: muretti a secco, piccole opere di canalizzazione e regimazione delle acque, anche al fine delle creazione di microambienti per la salvaguardia di specie rupestri;
  • interventi di ricostituzione e miglioramento della vegetazione ripariale, volti all’aumento della stabilità degli argini, all’affermazione e/o diffusione delle specie ripariali autoctone;
  • realizzazione, ripristino e mantenimento di stagni, laghetti e torbiere all’interno di superfici forestali;

Realizzazione di investimenti forestali non produttivi ai fini della valorizzazione dei boschi in termini di pubblica utilità, e finalizzati a favorire il ruolo multifunzionale delle aree di interesse forestale e favorirne l’uso a scopi ricreativi, turistici e sociali

  • creazione e la sistemazione di sentieri;
  • realizzazione o ripristino di piazzole di sosta, di aree picnic, di cartellonistica, di punti panoramici;
  • ristrutturazione di bivacchi (liberamente accessibili al pubblico, non a pagamento);
  • realizzazione o ripristino di giardini botanici e altri interventi didattici e divulgativi in bosco;
  • tutela e valorizzazione di singoli alberi monumentali in bosco.
Intensità dell'aiuto: 

Contributo in conto capitale sulla spesa ammissibile:

  • 70% per beneficiari di diritto privato;
  • 100% per beneficiari di diritto pubblico.