Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi nei terreni agricoli - PSR - Friuli-Venezia Giulia

Anagrafica Misura
Regione: 
Friuli-Venezia Giulia
Strumento agevolativo: 
PSR
Asse prioritario: 
Asse 2 - Miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale
Azione: 
Azione 3 – Investimenti di ripristino di prati stabili naturali
Fonti: 
  • Programma di Sviluppo Rurale 2007 - 2013 della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia
  • VERSIONE 6 Ottobre 2012.
Responsabile della Misura: 

s.caccia.pesca.amb.naturali@regione.fvg.it: s.caccia.pesca.amb.naturali@regione.fvg.it.

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La finalità dell’azione è, quella di agevolare una gestione attiva dei prati necessaria a rallentare le dinamiche evolutive naturali che porterebbero a cenosi arbustive o boschive nonché recuperare l’omogeneità dell’habitat prativo.

Interventi ammissibili: 
  • Interventi finalizzati alla straordinaria manutenzione di prati stabili naturali, censiti nell’inventario di cui alla legge regionale 9/2005.

a) riempimento di buche con terreno di coltivo al fine di pareggiare il piano di campagna ed agevolare le operazioni di manutenzione;

b) semina localizzata alle aree di riempimento di cui alla lettera a) con utilizzo di sementi provenienti da prati stabili secondo le modalità di cui all’allegato “C” della legge regionale 9/2005;

Non sono ammissibili all’aiuto le operazioni che prevedono:

a) la manomissione del cotico erboso esistente;
b) la sistemazione del terreno al di fuori delle aree d’intervento approvate;
c) l’uso di diserbanti chimici;
d) l’uso di seme non avente le caratteristiche di cui all’allegato “C” della legge regionale 9/2005;
e) qualsiasi intervento su superfici di pertinenza di abitazioni e comunque ad uso non agricolo.

Destinazione
Destinatari: 
  • Imprese agricole iscritte al Registro di cui all’art.8 della legge 29 dicembre 1993, n. 580, nonché gli imprenditori, gli enti e gli altri soggetti pubblici o privati per i quali non opera l’obbligo d’iscrizione ai sensi dell’art. 84 della legge regionale 9 novembre 1998, n. 13
Aree territoriali di riferimento: 

Aree naturali protette di cui alla legge regionale 42/1996 o delle aree facenti parte la rete natura 2000 di cui alle direttive 43/1992 e 147/2009.

Biotopi naturali (di cui all' articolo 4 della legge regionale 42/1996) individuati in aree esterne ai parchi e alle riserve):

  • Magredi di S. Quirino, Torbiera di Pramollo, Palude Cima Corso, Torbiera Scichizza, Torbiera Curiedi, Torbiera di Lazzacco, Torbiera di Casasola, Palude di Fontana Abisso, Prati di Col San Floreano, Torbiera di Sequals, Risorgive di Zarnicco, Palude Fraghis, Paludi del Corno, Risorgive di Flambro, Risorgive di Virco, Palude del Fiume Cavana, Prati Umidi di Quadris, Torbiera Cichinot, Torbiera di Borgo Pegoraro, Prati della Piana Di Bertrando, Palude Selvote, Torbiera Groi, Risorgive di Schiavetti, Laghetti delle Noghere, Prati del Lavia, Acqua Caduta, Selvuccis e Prat dal Top.
Comparti: 
14. Interventi agroforestali non produttivi
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 
  • a) riempimento di buche con terreno di coltivo al fine di pareggiare il piano di campagna ed agevolare le operazioni di manutenzione;
  • b) semina localizzata alle aree di riempimento di cui alla lettera a) con utilizzo di sementi provenienti da prati stabili secondo le modalità di cui all’allegato “C” della legge regionale 9/2005;

Escluioni e limitazioni:

Non sono ammissibili all’aiuto le operazioni che prevedono:

  • a) la manomissione del cotico erboso esistente;
  • b) la sistemazione del terreno al di fuori delle aree d’intervento approvate;
  • c) l’uso di diserbanti chimici;
  • d) l’uso di seme non avente le caratteristiche di cui all’allegato “C” della legge regionale 9/2005;
  • e) qualsiasi intervento su superfici di pertinenza di abitazioni e comunque ad uso non agricolo.

Nelle aree oggetto di intervento, gli investimenti di straordinaria manutenzione dei prati stabili naturali di cui alla legge regionale 9/2005, devono rispettare i seguenti vincoli e condizioni:

  • a) le operazioni di riempimento delle buche, riguardano esclusivamente aree derivanti da precedenti operazioni colturali e colonizzate da arbusti o da specie infestanti;
  • b) il terreno, di cui al punto precedente, impiegato nelle operazioni di riempimento delle buche, deve avere caratteristiche compatibili con il luogo di intervento;
  • c) nelle operazioni è consentito l’uso di macchina operatrice gommata o di trattrice agricola gommata limitatamente al trasporto e alla distribuzione del terreno nelle aree di intervento.

Soglie e massimali di spesa:

L' aiuto massimo concedibile è di € 2.200,00 / ha.

Intensità dell'aiuto: 
  • € 36,00 (trentasei/00) al metro cubo per gli interventi inerenti il riempimento di buche.
  • € 2,00 (due/00) al metro quadro di semina.