Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

1.2.6 Ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e introduzione di adeguate misure di prevenzione - PSR - Emilia-Romagna

Anagrafica Misura
Regione: 
Emilia-Romagna
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 1 – Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale
Fonti: 

PSR Emilia Romagna Versione 8 - Dicembre 2012

Responsabile della Misura: 

Per informazioni contattare: 
Fabrizio Roffi, tel. 051 5274380, e-mail: froffi@regione.emilia-romagna.it

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La misura mira a favorire la ripresa della stabilità reddituale ed occupazionale del settore agricolo a seguito del verificarsi di calamità naturale e/o avversità atmosferiche assimilabili a calamità naturali. In particolare la misura interverrà nei casi in cui l’intensità e diffusione dei fenomeni calamitosi siano riconosciuti eccezionali da parte degli organi competenti e che tali eventi richiedano il ripristino del potenziale produttivo nonché, delle strutture e dotazioni aziendali distrutte o danneggiate

Interventi ammissibili: 

La misura è finalizzata a sostenere la realizzazione di interventi per il ripristino di:
 potenziale produttivo agricolo e zootecnico danneggiato o distrutto;
 strutture aziendali danneggiate o distrutte;
 macchinari e attrezzature, in sostituzione di quelli danneggiati o distrutti, purché con altri aventi medesime caratteristiche.

Tutti gli investimenti saranno ammessi esclusivamente nei limiti del ripristino della capacità produttiva esistente prima del fenomeno calamitoso di riferimento.
Per i danni da avversità atmosferiche il sostegno sarà riconosciuto alle imprese che abbiano subito un danno non inferiore al 30% del potenziale produttivo interessato.

Destinazione
Destinatari: 

Nel caso di avversità atmosferiche assimilabili a calamità naturali:
 Imprese agricole di cui all’art. 2135 del Codice Civile

Nel caso di calamità naturali:
 Imprese agricole di cui all’art. 2135 del Codice Civile;
 Imprese operanti nel settore della trasformazione e/o commercializzazione dei prodotti allegato I del Trattato.

Aree territoriali di riferimento: 

La misura si applica all’intero territorio regionale interessato dagli eventi eccezionali, formalmente riconosciuti (dal Presidente della Regione Emilia-Romagna, dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e /o altre Autorità competenti).

Comparti: 
1. Seminativi
2. Riso e cereali minori
3. Barbabietola
5. Ortofrutta
6. Zootecnia
7. Olivicoltura
8. Viticoltura
9. Apicoltura
10. Forestale
11. Florovivaismo
12. Agriturismo e attività connesse (artigianato, fattorie didattiche, ....)
15. Altre produzioni comprese nell'Allegato I del Trattato
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Sono ammissibili a sostegno le spese:

 strutturali: costruzione e ricostruzione di strutture aziendali danneggiate, nonché ripristino di miglioramenti fondiari danneggiati;

 relative alle dotazioni per:

- acquisto di impianti, macchinari e attrezzature, in sostituzione di quelli danneggiati o distrutti, aventi medesime caratteristiche;

- acquisto di ricoveri temporanei, da installarsi in attesa del ripristino del bene danneggiato o distrutto che vanno a sostituire;
- ripristino del potenziale produttivo; scorte vive e morte, zootecniche ed agricole danneggiate o distrutte.

Sono eleggibili le spese per il ripristino sostenute successivamente alla data del fenomeno calamitoso di riferimento.

Spesa minima ammissibile:
 euro 20.000 di danni accertati, nel caso di avversità atmosferiche assimilabili a calamità naturali;
 euro 10.000 di danni accertati nel caso di calamità naturali.

La spesa massima ammissibile è pari a:
 euro    100.000 di danni accertati, nel caso di avversità atmosferiche assimilabili a calamità naturali;
 euro 5.000.000 di danni accertati nel caso di calamità naturali.


 

Intensità dell'aiuto: 

L'aiuto consiste in un contributo in conto capitale calcolato su una spesa massima ammissibile sulla base del danno accertato. L'intensità dell'aiuto è fissata:
- nella percentuale del 50%, nel caso di avversità atmosferiche assimilabili a calamità naturali;
- nella percentuale dell’80%, nel caso di calamità naturali.

Il contributo riconosciuto dalla presente misura è cumulabile con altre forme di sostegno pubblico, erogabili ai sensi di altre norme regionali, nazionali e comunitarie, nonché con eventuali indennizzi assicurativi fino alla concorrenza del 100% del danno accertato.