Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

3.1.1 Diversificazione in attività non agricole - PSR - Sicilia

Anagrafica Misura
Regione: 
Sicilia
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 3 - Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale
Azione: 
b) Produzione di energia da fonti rinnovabili
Fonti: 

PSR Sicilia - Versione Dicembre 2012

Responsabile della Misura: 

Dott.ssa Paci Roberta
Telefono 0917070903
agri2.multifunzionalita@regione.sicilia.it

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La misura si prefigge l’obiettivo di consolidare l’occupazione nelle aree rurali e creare nuovi posti di lavoro attraverso forme di diversificazione delle attività aziendali, sostenendo lo sviluppo di attività non agricole ad integrazione del reddito della famiglia dell’imprenditore agricolo.
La riorganizzazione dell’offerta di accoglienza può consentire una piena utilizzazione delle risorse aziendali, valorizzando la multifunzionalità delle strutture e coprendo archi temporali nei quali queste non trovano impiego sui mercati del turismo.

La misura prevede le seguenti azioni:

  • A. Agriturismo.
  • B. Produzione di energia da fonti rinnovabili.
  • C. Altre forme di diversificazione.
Interventi ammissibili: 

Tutte le attività finanziate dovranno essere realizzate all’interno dell’azienda agricola.
L’investimento realizzato deve essere mantenuto per un periodo di cinque anni a partire dalla data della decisione di finanziamento dell’Autorità di Gestione.

Azione B - Produzione di energia da fonti rinnovabili
Gli interventi ammissibili riguardano la realizzazione di impianti per la produzione, utilizzazione e vendita di energia delle seguenti tipologie:

  • a) impianti di raccolta, cippatura, pellettizzazione e stoccaggio di biomasse agro-forestali;
  • b) centrali termiche con caldaie alimentate prevalentemente a cippato o a pellets;
  • c) impianti per la produzione di biogas dai quali ricavare energia termica e/o elettrica;
  • d) piccoli impianti di produzione e stoccaggio di bio-combustibili (biodiesel);
  • e) piccoli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (fotovoltaico e minieolico), aventi potenza massima di 30 kW;
  • f) impianti ausiliari finalizzati alla realizzazione delle tipologie previste ai punti precedenti e impianti di co-generazione per la produzione combinata di elettricità e calore;
  • g) realizzazione e/o adeguamento di volumi tecnici e strutture necessari all’attività e di quanto necessario all’allacciamento alle linee elettriche.

Per gli investimenti relativi alla produzione di energia rinnovabile e biocombustibile, sarà necessario garantire un effetto ambientale positivo; sarà in particolare necessario assicurare un bilancio favorevole in termini di emissioni di CO2.
Le domande dovranno essere corredate da un progetto esecutivo comprendente uno studio di fattibilità che dimostri la possibilità di approvvigionamento della biomassa o della materia prima utilizzata e l’applicazione delle migliori tecniche disponibili per il controllo delle pressioni sull’ambiente.

Gli investimenti saranno finalizzati alla realizzazione di impianti aventi potenza fino ad un massimo di 1 MW e saranno realizzati all’interno dell’azienda agricola.

Nelle zone Natura 2000, gli interventi dovranno essere sottoposti a valutazione di incidenza e, per quanto possibile, evitare la realizzazione di reti di collegamento o elettrodotti.
Qualora il beneficiario non sia in grado di coprire autonomamente le fasi di produzione della biomassa, trasformazione e vendita del prodotto finale si richiede la presentazione di un progetto di filiera sottoscritto dai partecipanti che veda la presenza di altre imprese del territorio.
 

Destinazione
Destinatari: 

Imprenditori agricoli singoli o associati o membri della famiglia agricola, singoli o associati.

I beneficiari che accedono alla presente azione non potranno, per gli stessi interventi, accedere alle misure previste nell’ambito dell’asse 1.

Aree territoriali di riferimento: 

Macro-aree C (Aree rurali intermedie) e D (Aree rurali con problemi complessivi di sviluppo).

Elenco comuni per zona di appartenenza.

Comparti: 
13. Energie rinnovabili
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Sono finanziabili le spese relative agli interventi ammissibili.
Per il dettaglio delle voci di spesa ammissibili di seguito elencate si fa riferimento alle DISPOSIZIONI ATTUATIVE - PARTE SPECIFICA
MISURA 311 - Diversificazione verso attività non agricole
azione B - “Produzione di energia da fonti rinnovabili

Investimenti materiali

Sono considerate ammissibili le spese per la realizzazione di:

  • opere con prezzi unitari desunti dai prezziari regionali vigenti (relativi all’agricoltura e non);
  • tipologie di opere specifiche non desumibili dai prezzari di riferimento, con prezzi unitari desunti da specifiche analisi prezzi;
  • opere in economia, nei limiti e secondo le modalità previste dalle “Disposizioni attuative e procedurali” - Misure a investimento – Parte generale – PSR Sicilia 2007/2013
  • acquisizione di beni materiali, non compresi nelle voci dei prezzari di riferimento, nei limiti e secondo le modalità previste dalle “Disposizioni attuative e procedurali” - Misure a investimento – Parte generale – PSR Sicilia 2007/2013;
  • spese di pubblicità e informazione, in conformità a quanto riportato nell’Allegato VI del Reg. (CE) n. 1974/2006.
  • acquisto, o leasing con patto di acquisto, di nuove macchine e attrezzature, compresi i programmi informatici, fino a un massimo del loro valore di mercato.

Spese generali e immateriali

  • Spese generali come onorari professionisti e consulenti, ricerche di mercato, studi di fattibilità, acquisizione di brevetti e licenze, fino al 12% delle spese ammissibili al netto dell’IVA;
  • Interessi passivi, solo nel caso in cui l’aiuto sarà erogato in forma diversa da quella in conto capitale;
  • IVA nel caso in cui la stessa non sia recuperabile e realmente e definitivamente sostenuta da beneficiari.
  • Spese bancarie per la tenuta di un c/c appositamente aperto e dedicato all’investimento e spese per garanzie fidejussorie, nonché per l’acquisizione di autorizzazioni, pareri e nulla-osta.


Esclusioni e limitazioni

Non sono ammissibili gli investimenti e le spese per:

  • investimenti di mera sostituzione.
  • gli altri costi connessi al contratto di leasing (garanzia del concedente, costi di rifinanziamento degli interessi, spese generali, oneri assicurativi, ecc.).
  • la realizzazione, l’acquisto e la ristrutturazione di fabbricati ad uso residenziale;
  • l’acquisto di macchine, attrezzature e materiale usato;
  • le opere di manutenzione ordinaria;
  • l’acquisto di terreni e beni immobili;
  • la realizzazione di opere edili in economia;
  • i costi per le certificazioni;
  • acquisto di veicoli, arredi di ufficio non pertinenti con l’attività che si intende svolgere;
  • acquisto di scorte di magazzino, materiale monouso comunque di facile consumo.

Soglie e massimali di spesa

Importo massimo delle spese generali: 12% delle spese ammissibili al netto dell’IVA.

Intensità dell'aiuto: 

Il contributo potrà essere erogato:

  • in conto capitale
  • in conto interessi
  • in forma combinata

Intensità dell'aiuto è pari al:

  • 75% dell'investimento ammissibile

Per gli investimenti per la produzione di energie da fonti rinnovabili previste dalle azioni B e C delle presente misura, su richiesta dei beneficiari potrà essere concessa una intensità di aiuto pari al 20% al fine di assicurare la compatibilità dell’aiuto con i limiti massimi di aiuto/sovvenzioni in materia di aiuti per la produzione di energie da fonti rinnovabili (conto energia).

Contributo soggetto al regime temporaneo fino al 31/12/2011.