Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

1.2.6 Ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e introduzione di adeguate misure di prevenzione - PSR - Lazio

Anagrafica Misura
Regione: 
Lazio
Strumento agevolativo: 
PSR
Asse prioritario: 
Asse 1 – Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale
Fonti: 

PSR Lazio - Versione Ottobre 2012

Responsabile della Misura: 

Referenti:
R. ALEANDRI - T. 06.5168.3377 - F. 06.5168.4309 - raleandri@regione.lazio.it
F. MORGANTI - T. 06.5168.4911 - F. 06.5168.4309 - fmorganti@regione.lazio.it

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La misura ha come obiettivo quello di favorire il ripristino del potenziale agricolo danneggiato da eventi calamitosi e atmosferici e ad essi assimilati che si verificano nella Regione Lazio, in conformità alla normativa comunitaria e nazionale vigente. Gli interventi previsti concorrono alla realizzazione dell'obiettivo specifico relativo al consolidamento e alla stabilizzazione della redditività del settore agricolo e forestale. Con riferimento all'evento calamitoso  di cui alla Deliberazione della Giunta Regionale n. 43 del 06.02.2012 concernente "L.R. 11.04.1985 n. 37 art. 13, lettera a), dichiarazione dello "stato di calamità naturale" a seguito degli eventi atmosferici a carattere nevoso verificatisi dal giorno 3 febbraio 2012 nel territorio della Regione Lazio", sono eleggibili le spese  per il ripristino  sostenute posteriormente alla data del 3 febbraio 2012.

Interventi ammissibili: 

La misura prevede interventi per favorire la ripresa delle attività produttive attraverso il ripristino del potenziale produttivo agricolo e zootecnico danneggiato da calamità naturali o da eventi atmosferici assimilabili attraverso la corresponsione di indennizzi per la ricostituzione delle strutture e/o delle dotazioni aziendali danneggiate, ed in particolare per :

  • Il ripristino delle strutture aziendali (impianti di produzione, stoccaggio, ricoveri bestiame, serre, ecc.) inserite nel ciclo produttivo aziendale;
  • Il ripristino delle potenziale produttivo (impianti arborei, animali) danneggiato/ distrutto dalle calamità naturali;
  • Il ripristino di macchine e attrezzature in sostituzione di quelle danneggiate o distrutte dalla calamità naturale, purché aventi medesime caratteristiche tecniche.
Destinazione
Destinatari: 

Imprenditori agricoli ai sensi dell’articolo 2135 del Codice Civile come impresa individuale o società agricola.

Aree territoriali di riferimento: 

Intero territorio regionale.

Comparti: 
1. Seminativi
2. Riso e cereali minori
4. Tabacco
5. Ortofrutta
6. Zootecnia
7. Olivicoltura
8. Viticoltura
9. Apicoltura
10. Forestale
11. Florovivaismo
15. Altre produzioni comprese nell'Allegato I del Trattato
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Sono ammissibili le voci di spesa finalizzate a:

  • Ripristino delle strutture aziendali (impianti di produzione, stoccaggio, ricoveri bestiame, serre, ecc.) inserite nel ciclo produttivo aziendale;
  • Ripristino delle potenziale produttivo (impianti arborei, animali) danneggiato/ distrutto dalle calamità naturali;
  • Ripristino di macchine e attrezzature in sostituzione di quelle danneggiate o distrutte dalla calamità naturale.

Sono eleggibili le spese per il ripristino sostenute posteriormente alla data dell’evento calamitoso per i danni segnalati preventivamente all’amministrazione regionale e ricadenti nel territorio delimitato dalla Regione con atto specifico.
Non sono eleggibili le spese di ripristino di strutture aziendali assicurate, al momento del verificarsi dell’evento calamitoso, contro i danni causati dallo stesso evento,ai sensi del Decreto Legislativo 29 marzo 2004, n. 102 e successivo Decreto Legislativo 18 aprile 2008, n. 82.

Intensità dell'aiuto: 

Il sostegno è concesso a fondo perduto con un tasso di aiuto fino all'80 %, elevabile fino al 90 % nelle zone svantaggiate o nelle zone di cui all'articolo 36, lettera a), punti i), ii) e iii), del regolamento (CE) n. 1698/2005, della spesa ammissibile sostenuta per l’intervento di ripristino del potenziale produttivo danneggiato.
In ogni caso non potrà essere erogato un contributo superiore al massimale di 150.000 euro per impresa agricola.

Dall’aiuto dovranno essere detratti gli eventuali indennizzi percepiti per i medesimi interventi di ripristino, in particolare quelli previsti ai sensi del D. Lgs. 29 marzo 2004 n. 102, come modificato dal D. Lgs. 18 aprile 2008 n. 82.