Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

1.2.1 Ammodernamento delle aziende agricole - PSR - Campania

Anagrafica Misura
Regione: 
Campania
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 1 – Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale
Fonti: 

Modalità attuative del 19/12/2012 ( PSR Versione 7 ) .

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La misura viene attivata per migliorare la competitività delle aziende agricole attraverso la realizzazione di processi di ammodernamento, riduzione dei costi di produzione, diversificazione delle attività dell'azienda stessa, innalzamento del livello qualitativo delle produzioni, riconversione produttiva con particolare riferimento al settore tabacchicolo e bieticolo, sicurezza alimentare, sicurezza sui luoghi di lavoro, igiene e benessere degli animali, salute delle piante, risparmio idrico ed energetico, tutela dell'ambiente e incentivazione di forme di commercializzazione che determinano il canale corto.

Interventi ammissibili: 

 

Filiera Interventi
Cerealicola Sostegno all’innovazione di processo, finalizzata alla razionalizzazione
dei processi produttivi (meccanizzazione).
Sostegno al miglioramento della qualità delle produzioni ed al  miglioramento dell’efficacia attraverso interventi di carattere agronomico (miglioramenti fondiari) ed attraverso l’introduzione di innovazioni nelle fasi post raccolta, di prima lavorazione e preparazione al mercato  (conservazione, stoccaggio, distribuzione); sono compresi i mulini.
Florovivaistica Sostenere la competitività della filiera nell’ottica della sostenibilità ambientale incentivando investimenti (serre e impianti) finalizzati alla riduzione dei consumi energetici.Migliorare la qualità delle produzioni attraverso la razionalizzazione delle le fasi di prima lavorazione, conservazione e preparazione per il mercato
Foraggera Sostegno ad innovazioni di processo ed all’introduzione della meccanizzazione;
Miglioramento delle condizioni di efficienza e miglioramento della qualità dei foraggi attraverso interventi di carattere agronomico (miglioramenti fondiari) e l’introduzione di innovazioni tecnologiche nelle fasi post raccolta e preparazione per il mercato (stoccaggio, conservazione, distribuzione)
Frutticola Investimenti finalizzati all’adeguamento dell’offerta rispetto alle richieste dei mercati: nuovi
impianti; nuove varietà;
Miglioramento delle condizioni di competitività delle aziende agricole attraverso la diffusione dell’innovazione tecnologica (nuove forme di allevamento) e della meccanizzazione;
Miglioramento delle performances ambientali attraverso la razionalizzazione delle fasi di processo (irrigazione localizzata e miglioramenti fondiari);
Miglioramento della qualità e delle performances economiche attraverso l’introduzione di nuove tecnologie nelle fasi post raccolta e di preparazione per il mercato (prima lavorazione, conservazione, stoccaggio, distribuzione).
Sono esclusi gli investimenti per l’impianto di frutteti che hanno beneficiato di aiuti per l’espianto della specie considerata (come da Reg. (CE) n. 2200/1997).
Olivicola Miglioramento fondiario e razionalizzazione delle fasi di processo, Introduzione della meccanizzazione anche per le operazioni di raccolta.
Sostegno agli investimenti agronomici volti al recupero ed alla reintroduzione di varietàautoctone.
Incremento del valore aggiunto, miglioramento della qualità ed abbreviazione della filiera, attraverso la razionalizzazione di piccoli impianti di molitura e/o imbottigliamento.
Sono esclusi gli impianti di oliveti ex-novo non autorizzati conformemente a quanto stabilito dal Reg. (CE) n. 864/2004 o i reimpianti che non rispettano lo schema “una pianta/una pianta” previsto dalla normativa comunitaria vigente
Orticola

Investimenti aziendali finalizzati al miglioramento delle performances ambientali (risparmio idrico ed energetico)
Sostegno agli investimenti per la meccanizzazione delle operazioni colturali
Introduzione di innovazioni tecnologiche finalizzate al miglioramento degli standard qualitativi delle produzioni (impianti e macchinari per la prima lavorazione, la conservazione e la preparazione per i mercati)
Sostegno ad investimenti finalizzati all’introduzione di nuovi prodotti/processi (4° gamma)

Inoltre per macroaree B C D1 D2: Sostegno ad azioni di riconversione produttiva dal tabacco verso produzioni serricole e ad elevato valore aggiunto

Tabacchicola Miglioramento degli standard qualitativi della produzione agricola nell’ottica della sostenibilità ambientale, favorendo interventi di miglioramento fondiario, investimenti finalizzati al risparmio idrico e alla razionalizzazione delle fasi a valle della produzione nonché essiccazione e cura inoltre per le macroaree C D2
Vitivinicola Sostegno agli investimenti per la meccanizzazione delle operazioni colturali e di raccolta; Investimenti finalizzati alla valorizzazione delle produzioni di qualità ed all’accorciamento della filiera (cantine aziendali);
È escluso l’impianto di vigneti in quanto previsto dal Reg. (CE) n. 1493/1999 - OCM Vino
Zootecnica Investimenti per la razionalizzazione produttiva e l’innovazione (miglioramento prati-pascoli, abbeveratoi, aree pascolo,ricoveri, tettoie)
Sostegno all’aumento della dimensione media degli allevamenti
Valorizzazione delle produzioni lattiero-casearie di nicchia nel comparto ovi-caprino attraverso la realizzazione/razionalizzazione di mini caseifici aziendali Investimenti finalizzati al miglioramento della qualità e degli standard di sicurezza alimentare (impianti di mungitura, refrigerazione, stoccaggio)
Sostegno ad azioni positive in tema di performances ambientali, attraverso investimenti aziendali tesi al risparmio idrico ed energetico ed alla gestione e trattamento dei liquami zootecnici
Sostegno ad investimenti finalizzati al miglioramento delle condizioni di igiene e di benessere degli animali (adeguamento stalle)
Per le aziende produttrici di latte bovino sono esclusi gli Interventi che comportano l’aumento della capacità produttiva non coperta da quote
di produzione o proposti da aziende non in regola con i diritti di produzione o con i pagamenti qualora abbiano aderito alla rateizzazione

 

Comparti Demarcazione
Vitivinicolo

1. Estirpazione totale del vigneto con mezzi meccanici, compresa asportazione del materiale legnoso

2. Scasso con mezzi meccanici alla profondita di cm 80-100 su terreni compatti o collinari, compreso il primo ripasso,amminutamento e spianamento.

3. Sistemazione superficiale del terreno preimpianto e per la regimazione delle acque meteoriche ivi compresi modesti movimenti di terra

4. Spietramento con asportazione del materiale

5. Analisi del terreno fisico-chimica di preimpianto,incluso il prelievo del campione di terreno.

6. Acquisto e distribuzione in campo di concimi e/o fertilizzanti organo-minerali per concimazione di fondo.

7. Pali di testata in legno trattato del diam. 14/16 cm e lunghezza m 3.00.

8. Pali intermedi in legno trattato da m 2,50 e diametro di 8/10 cm

9. Basetta per pali in pietra dura o in calcestruzzo, in opera

10. Filo di ferro in zinco o altro materiale idoneo di qualsiasi sezione, compresi gli sfridi, i tiranti, le grappette ed ogni altro onere

11. Acquisto di barbatelle innestate, paraffinate, clonate e varieta certificate, compresa messa in opera

12. Acquisto di marze certificate

13. Innesto di piante di viti di eta no superiore a 10 anni con marze fornite da vivai autorizzati

14. Modifica della forma di allevamento

Ortofrutticolo PSR interviene:
- nel caso di aziende singole aderenti ad OP per investimenti di importo ammissibile superiore ai 50.000 €
- per le sole cooperative aderenti ad OP si prevede la possibilita di accedere alle risorse PSR per l’acquisto di macchinari e impianti necessari per soddisfare esigenze comuni per le fasi di coltivazione e raccolta delle produzioni delle aziende socie definite dall’OP coerenti con gli obiettivi del P.O..
Olivicolo Escluse dal PSR gli interventi strutturali per la realizzazione di azioni di carattere collettivo da realizzare su iniziativa delle OP, ad eccezione di quelli richiesti dalle cooperative socie di OP per l’acquisto di macchinari e impianti necessari per soddisfare esigenze per le fasi di coltivazione e raccolta delle aziende socie.

 

Destinazione
Destinatari: 
  • Imprenditori agricoli
  • Giovani Agricoltori che hanno presentato istanza per avere accesso al premio di primo insediamento (misura 112).
Aree territoriali di riferimento: 

La misura trova applicazione, in modo differenziato, in tutto il territorio regionale

Filiera Macroarea
Cerealicola C - D2
Florovivaistica A1 - A2 - A3 (limitatamente ai comuni S'ant'Antonio, Abate e Santa Maria la Carità) -B - C
Foraggera B - C - D1 - D2
Frutticola A1 - A2 - A3 - B - C - D1 - D2
Olivicola A3 - C - D1 -D2_altre aree DOP
Orticola A1 - A2 - A3 - B - C - D1 - D2
Tabacchicola A2 -B - C - D2
Vitivinicola A3 - C - D1 - D2-Altre aree Doc
Zootecnica A3 - B - C - D1 - D2

Elenco comuni per zona di appartenenza

 

Comparti: 
1. Seminativi
2. Riso e cereali minori
4. Tabacco
5. Ortofrutta
6. Zootecnia
7. Olivicoltura
8. Viticoltura
10. Forestale
10.4 Piante tartufigene
11. Florovivaismo
13. Energie rinnovabili
15. Altre produzioni comprese nell'Allegato I del Trattato
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Investimenti materiali
1. costruzione e/o ammodernamento di:
a. stalle e altri fabbricati zootecnici e relativi impianti;
b. serre e relativi impianti;
c. cantine e altri fabbricati per la trasformazione, il confezionamento e la commercializzazione diretta dei prodotti agricoli, compreso il miele, e relativi impianti;
d. altri fabbricati agricoli (magazzini, depositi, ecc..) escluso le abitazioni;

2. piantagioni, compresi gli apprestamenti protettivi e boschi cedui con periodo di rotazione inferiore a 5 anni;

3. miglioramenti fondiari;

4. acquisto di macchine e attrezzature nuove, anche informatiche, per l’ampliamento e l’ammodernamento della dotazione aziendale e/o necessarie per l’implementazione e potenziamento nell’azienda agricola delle iniziative necessarie per garantire la tracciabilità delle produzioni realizzate (esclusa la sostituzione).

5. interventi per il risparmio idrico, energetico e per l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili e/o alternative o tesi alla riduzione della CO2 in atmosfera e/o al miglioramento della qualità complessiva delle emissioni ed interventi tesi alla riduzione dei rifiuti aziendali. Gli investimenti tesi alla produzione di energia devono essere dimensionati per non superare la potenza di 1 MegaWatt e l’energia prodotta deve essere utilizzata in prevalenza in ambito aziendale per almeno 2/3.

6. acquisto di terreni agricoli teso al consolidamento, accorpamento e ampliamento della proprietà per un costo non superiore al 10% della spesa ammissibile

7 acquisto di macchinari nuovi (nel caso sostituiscano quelli già presenti da almeno 10 anni, devono essere stati inseriti nel catalogo del produttore da non più di 3 anni);

8 acquisto reti antigrandine e/o ombreggianti, nel rispetto del paesaggio e con tecniche che consentano il rapido smontaggio così da interessare le superfici frutticole per i tempi strettamente necessari).

Investimenti immateriali
Utilizzo di brevetti e licenze compreso l' acquisto di software di gestione.

Esclusioni e Limitazioni

  • Gli investimenti riferiti alle serre dovranno limitarsi all’ammodernamento delle strutture esistenti e dei relativi impianti allo scopo di garantire il massimo risparmio energetico, idrico e, soprattutto, l’abbattimento del loro impatto negativo sull’ambiente.
  • È escluso il sostegno agli investimenti finalizzati al mero rispetto dei requisiti comunitari esistenti.

Soglie e massimali di spesa

  • Le spese generali e tecniche potranno essere riconosciute fino alla concorrenza massima del 12% sull’importo degli investimenti ammessi. La percentuale relativa all’acquisto dei beni durevoli (macchine, attrezzature, software,ecc.) è ridotta al 7%.
  • Le parcelle dei professionisti richiesti per assistenza e/o progettazione degli interventi dovranno obbligatoriamente essere approvate dagli Ordini e/o Collegi professionali ai quali il tecnico stesso dovrà risultare iscritto.
Intensità dell'aiuto: 

Nei territori delle macroaree A3, C, D1 e D2:

  • il 60% del costo dell’investimento ammissibile se il piano aziendale è realizzato da giovani agricoltori;
  • il 50% del costo del costo dell’investimento ammissibile se il piano aziendale è realizzato da altri soggetti

Nelle macroaree A1, A2 e B e nel restante territorio:

  • il 50% del costo dell’investimento ammissibile se il piano aziendale è realizzato da giovani agricoltori;
  • il 40% del costo dell’investimento ammissibile se il piano aziendale è realizzato da altri soggetti