Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi nei terreni agricoli - PSR - Umbria

Anagrafica Misura
Regione: 
Umbria
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FESR
Asse prioritario: 
Asse 2 - Miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale
Fonti: 

Modalità attuative del 26/11/2012.

Oggetto
Descrizione e finalità: 

Questa misura si prefigge lo scopo di evitare la frammentazione degli Habitat mediante la ricostituzione dei corridoi ecologici e le “pietre di guado” della rete ecologica regionale, di raggiungere gli obiettivi indicati dalle direttive 79/409/CEE, direttiva “Uccelli” e 92/43/CEE direttiva Habitat”, di valorizzare le aree di pregio regionali quali siti Natura 2000, aree naturali protette e ambiti della rete ecologica regionale, di promuovere l‟uso sostenibile del territorio agricolo. La misura è pertanto volta a sostenere le spese connesse ad interventi: di valorizzazione ambientale del territorio regionale, con particolare riferimento alle aree di pregio naturalistico quali siti Natura 2000, aree naturali protette, ambiti della rete ecologica regionale; complementari ad azioni agroambientali o connesse ad obiettivi agroambientali. In particolare, gli obiettivi operativi della misura sono:

  • la diversificazione ambientale del territorio agricolo e la migliore connettività ecologica;
  • contribuire al miglioramento della qualità delle acque;
  • contribuire alla tutela del suolo;
Interventi ammissibili: 

Azione a): Riguarda Investimenti non produttivi per la diversificazione ambientale nelle aree Natura 2000, aree naturali protette ed ambiti della Rete Ecologica Regionale Umbra (RERU) finalizzati a garantire o ripristinare le condizioni ottimali per la conservazione di specie ed habitat di interesse conservazionistico:

  • realizzazione di biotopi temporanei come prati umidi, pozze d‟acqua, stagni ecc;
  • realizzazione di zone umide con doppia funzione di habitat per flora e fauna e di costituzione di sistemi tampone per la depurazione delle acque;
  • realizzazione di prati allagati intorno a zone umide costituite soltanto da canneto;
  • realizzazione o ripristino delle fasce fluviali riparali arboreo-arbustive, con funzioni di ricostituzione dei corridoi ecologici e miglioramento della qualità dei fiumi; realizzazione di fasce arborate di larghezza fino a 20 m con funzione paesaggistica, di fitodepurazione e fonoassorbente.

Azione b). Sono previste le seguenti tipologie di intervento:

  • b1) interventi di protezione dei suoli agricoli mediante realizzazione e/o manutenzione di piccole opere di consolidamento (palificate, gabbionate rinverdite, briglie, terre armate, ecc.), piccole opere di stabilizzazione superficiale (palizzate semplici, fascinate, viminate, grate, ecc.) e opere di rivestimento antierosivo (bioreti, biofeltri, biostuoie, geostuoie, geocompositi, geocelle, ecc.) e di miglioramento della copertura vegetale (zolle erbose, idrosemina e altre semine potenziate), attuate prioritariamente mediante tecniche di ingegneria naturalistica
  • b2) realizzazione ex novo e ripristino di elementi del paesaggio di importanza ecologica come siepi arboreo–arbustive, , boschetti, alberi isolati, arbusti, filari arboreo-arbustivi, muretti a secco, pozze d‟acqua temporanee, elementi per la permeabilità faunistica, nelle aree a discontinuità ecologica e nelle zone a bassa intensità di interventi agroambientali;

Per tutte le azioni con realizzazione di impianti arborei o arbustivi dovranno essere utilizzate esclusivamente specie autoctone ricomprese nellAllegato W al Regolamento regionale n. 7/2002 ed adeguate alle condizioni stazionali (clima, suolo, esposizione e pendenza) per come caratterizzate nei documenti ed elaborati esistenti (Carta fitoclimatica, Carta dei suoli, Carta della vegetazione potenziale e relative serie vegetazionali).

Destinazione
Destinatari: 
  • Per le azioni a), e la tipologia b1, gli imprenditori agricoli, singoli o associati, ai sensi dell‟art.2135 del C.C. e altri soggetti titolari di terreni agricoli.
  • Per la tipologia b2 imprenditori agricoli, singoli o associati, ai sensi dell‟art. 2135 del C.C..
Aree territoriali di riferimento: 

Intero territorio regionale

Comparti: 
14. Interventi agroforestali non produttivi
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Azione A:

  • realizzazione di biotopi temporanei come prati umidi, pozze d‟acqua, stagni ecc;
  • realizzazione di zone umide con doppia funzione di habitat per flora e fauna e di costituzione di sistemi tampone per la depurazione delle acque;
  • realizzazione di prati allagati intorno a zone umide costituite soltanto da canneto;
  • realizzazione o ripristino delle fasce fluviali riparali arboreo-arbustive, con funzioni di ricostituzione dei corridoi ecologici e miglioramento della qualità dei fiumi; realizzazione di fasce arborate di larghezza fino a 20 m con funzione paesaggistica, di fitodepurazione e fonoassorbente.

Azione B:

b1) :

  • interventi di protezione dei suoli agricoli mediante realizzazione e/o manutenzione di piccole opere di consolidamento (palificate, gabbionate rinverdite, briglie, terre armate, ecc.),
  • piccole opere di stabilizzazione superficiale (palizzate semplici, fascinate, viminate, grate, ecc.) 
  • opere di rivestimento antierosivo (bioreti, biofeltri, biostuoie, geostuoie, geocompositi, geocelle, ecc.) e di miglioramento della copertura vegetale (zolle erbose, idrosemina e altre semine potenziate), attuate prioritariamente mediante tecniche di ingegneria naturalistica.

b2):

  • realizzazione ex novo e ripristino di elementi del paesaggio di importanza ecologica come siepi arboreo–arbustive, , boschetti, alberi isolati, arbusti, filari arboreo-arbustivi, muretti a secco, pozze d‟acqua temporanee, elementi per la permeabilità faunistica, nelle aree a discontinuità ecologica e nelle zone a bassa intensità di interventi agroambientali;

Spese generali

Esclusioni e limitazioni:

  • Non sono ammissibili eventuali spese di certificazione.

Soglie e massimali di psesa:

  • Le spese generali non possono superare il 12% della spesa totale ammissibile.
Intensità dell'aiuto: 

Il sostegno potrà essere accordato sotto forma di aiuto fino ad un massimo dell‟80% nel caso di soggetti privati e fino al 100% del costo dell‟investimento realizzato per soggetti pubblici.