Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

1.2.2 Accrescimento del valore economico delle foreste - PSR - Sicilia

Anagrafica Misura
Regione: 
Sicilia
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 1 – Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale
Fonti: 

PSR Sicilia - Versione Dicembre 2012

Responsabile della Misura: 

Dott.ssa Pedalà Marinella
mpedala@regione.sicilia.it

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La misura si propone di consolidare ed incrementare la redditività del settore forestale attraverso interventi strutturali ed infrastrutturali, al fine di favorire migliori e più efficaci metodi gestionali e di incentivare l’associazionismo tra le imprese e i proprietari forestali e l’utilizzo di nuovi processi e tecnologie.

In particolare, nell’ambito della misura l’obiettivo prioritario si declina nelle seguenti priorità:

  • a) migliorare le condizioni per un più efficiente utilizzo delle produzioni forestali;
  • b) rafforzare le fasi produttive della filiera forestale;
  • c) migliorare le condizioni bioecologiche e tecnologiche dei boschi a prevalente funzione produttiva;
  • d) introdurre innovazione di processo e di tecnologie
Interventi ammissibili: 

Gli interventi saranno realizzati esclusivamente nei boschi e nelle foreste a prevalente funzione produttiva. Per la definizione di bosco e di foresta si fa riferimento a quanto riportato dall’art. 30 del Regolamento n. 1974/2006.

Non sono ammesse ai benefici della misura:

  • le foreste ed altri terreni boschivi appartenenti al demanio statale, regionale o di proprietà di altri enti pubblici, ad esclusione dei comuni e delle loro associazioni;
  • le foreste di proprietà di persone giuridiche il cui capitale è detenuto per almeno il 50% da uno degli enti menzionati nel precedente punto.

Sono ammissibili esclusivamente investimenti, da realizzare all’interno dell’azienda, riguardanti:

  • a) conversione dei boschi cedui ad alto fusto (qualora la conversione sia finalizzata alla produzione di assortimenti legnosi di elevato valore tecnologico);
  • b) adeguamento e miglioramento delle infrastrutture forestali, quali realizzazione di strade e piste forestali, impianti fissi per l’esbosco, strutture per lo stoccaggio delle produzioni;
  • c) acquisto di macchine e attrezzature per il taglio, l’allestimento e l’esbosco dei prodotti silvicoli;
  • d) interventi silvocolturali finalizzati all’aumento del valore economico delle foreste, quali diradamento e/o spollonamento di boschi artificiali o di popolamenti paranaturali di scarso valore tecnologico e sostituzione con altre specie forestali nobili e/o specie arbustive;
  • e) interventi di conservazione, recupero e miglioramento (potature straordinarie, infittimenti, diradamenti, puliture straordinarie del sottobosco, ecc.) di talune tipologie di bosco con spiccata vocazione economica (es. sugherete, frassineti, castagneti).

Gli interventi previsti ai punti d) ed e) potranno essere finanziati una sola volta nel periodo di applicazione del programma.In ogni caso non sono ammissibili imboschimenti effettuati dopo il taglio a raso.

Per i possessori di una superficie forestale uguale o superiore a 50 ha fisicamente accorpati è richiesta l’adozione di un Piano di gestione forestale appropriato.

Destinazione
Destinatari: 

Comuni o loro associazioni, privati singoli o associati, che gestiscono o posseggono boschi o foreste di proprietà di comuni o di privati.

Aree territoriali di riferimento: 

Intero territorio regionale.

Comparti: 
10. Forestale
10.1 Arboricoltura da legno
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

L’ammontare dell’aiuto concedibile è determinato in termini di congruità sulla base di costi unitari standard fissati nei prezziari regionali. Le voci di spesa non comprese nei predetti prezziari dovranno essere supportate da una specifica analisi e verranno ritenute ammissibili se approvate dall’Amministrazione.

Investimenti materiali

Sono ammissibili gli investimenti per:

  • a) conversione dei boschi cedui ad alto fusto;
  • b) adeguamento e miglioramento delle infrastrutture forestali;
  • c) acquisto di macchine e attrezzature per il taglio, l’allestimento e l’esbosco dei prodotti silvicoli;
  • d) interventi silvocolturali finalizzati all’aumento del valore economico delle foreste;
  • e) interventi di conservazione, recupero e miglioramento di talune tipologie di bosco con spiccata vocazione economica.

Investimenti immateriali
Sono ammissibili le spese generali di:

  • progettazione delle opere, direzione lavori, collaudi, ecc.

Sono inoltre ammissibili le spese per investimenti immateriali, strettamente connessi agli investimenti materiali ammessi:

  • la redazione di piani di gestione o di assestamento forestali;
  • l’acquisizione di know-how, di software, di brevetti e licenze;
  • spese propedeutiche all’ottenimento della certificazione forestale finalizzata a creare un valore aggiunto ai prodotti legnosi (con esclusione dei costi amministrativi legati alla stessa certificazione).

Esclusioni e limitazioni
Non sono ammissibili:

  • i semplici investimenti di sostituzione di macchinari o edifici esistenti inclusa sostituzione di un arboreto giunto a fine ciclo economico)
  • spese per le attività relative alla rigenerazione successiva al definitivo taglio a raso;
  • spese riconducibili ad ordinarie manutenzioni e cure colturali.

Soglie e massimali di spesa
Le spese generali (progettazione delle opere, direzione lavori, collaudi, ecc.) sono ammesse a contributo nel limite massimo del 12% dell’importo complessivo dell’investimento, elevabile al 20% in caso di predisposizione di piani di gestione, acquisto di brevetti e licenze).
 

Intensità dell'aiuto: 

Il contributo sarà erogato

  • in conto capitale
  • in conto interessi
  • in forma combinata.

L’intensità dell’aiuto è pari al:

  • 60% delle spese ammissibili per interventi nelle zone montane, zone svantaggiate, siti Natura 2000 .
  • 50% delle spese ammissibili per interventi nelle altre zone.