Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

1.2.4 Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti processi e tecnologie nel settore agricolo, alimentare e forestale - PSR - Lombardia

Anagrafica Misura
Regione: 
Lombardia
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 1 – Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale
Fonti: 

Modalità attuative Rev. 6 del 24/11/2011.

Responsabile della Misura: 

Marianna Garlanda

Oggetto
Descrizione e finalità: 

Tramite questa misura è possibile incentivare forme di cooperazione finalizzate alla promozione di investimenti per l‟innovazione.
Obiettivo operativo della misura è la diffusione dell‟innovazione tecnologica, di processo e di prodotto, attraverso la cooperazione tra gli operatori economici e il mondo della ricerca.
L‟innovazione è finalizzata a:

  • migliorare l‟efficienza dei sistemi di programmazione, gestione, logistica e coordinamento verticale tra gli operatori, compresa la gestione dei flussi di dati lungo la filiera;
  • diversificare gli sbocchi di mercato mediante sviluppo di nuovi prodotti;
  • migliorare la sicurezza, l‟efficienza ambientale e la qualità dei processi e dei prodotti.
Interventi ammissibili: 

Realizzazione di progetti di innovazione di processo e di prodotto promossi dalle imprese in cooperazione con Centri di ricerca scientifica e tecnologica e con le Università.

Sono esclusi aiuti ad interventi successivi alle operazioni che precedono l‟utilizzo diffuso a fini commerciali delle nuove tecnologie adottate e/o la messa in produzione del nuovo prodotto.

Destinazione
Destinatari: 
 Rete di soggetti aggregati per la realizzazione di un progetto di cooperazione.
Le tipologie di partner sono:
  • Imprese agricole associate,
  • Imprese agroindustriali o forestali, singole o associate,
  • Organizzazioni di Produttori,
  • Enti di ricerca pubblici e privati. 

Le imprese rientrano nelle categorie micro, piccole e medie imprese così come definite dalla Raccomandazione 2003/361/CE.
Le imprese che non ricadono nelle definizioni precedenti, se occupano meno di 750 addetti o hanno un fatturato annuo inferiore ai 200 milioni di euro possono partecipare ai progetti di cooperazioni con un‟entità degli aiuti dimezzata..

La cooperazione riguarda almeno due delle tipologie di partner coinvolti e almeno gli Enti di ricerca pubblici e privati.

Aree territoriali di riferimento: 

Intero territorio regionale.

Comparti: 
1. Seminativi
2. Riso e cereali minori
5. Ortofrutta
6. Zootecnia
7. Olivicoltura
8. Viticoltura
10. Forestale
11. Florovivaismo
15. Altre produzioni comprese nell'Allegato I del Trattato
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Le spese ammissibili riguardano:

  • Costi per lo studio e la progettazione dei sistemi, addestramento del personale in relazione alle nuove tecnologie o procedure da implementare.
  • Acquisizione software e relativo know-how.
  • Studi applicati a tecnologie di processo, compresi i costi per la realizzazione e i collaudi di prototipi.
  • Costo progetti e analisi di fattibilità per lo sviluppo di nuovi prodotti, realizzazione in via sperimentale, test e collaudi.
  • Acquisizione brevetti.

Esclusioni e limitazioni
Sono esclusi dal sostegno:

  • investimento per la ricerca
  • investimenti per interventi successivi alle operazioni che precedono l'utilizzo diffuso a fini commerciali delle nuove tecnologie adottate e/o la messa in produzione del nuovo prodotto.
Intensità dell'aiuto: 

La quota di aiuto è stabilita in funzione della tipologia di intervento:

  • per studi, investimenti immateriali è pari al 50%,
  • per investimenti materiali nelle aziende è pari al 30%.


Per le imprese che occupano meno di 750 addetti o con un fatturato annuo inferiore ai 200 milioni di Euro la quota d‟aiuto è così stabilita:

  • per studi, investimenti immateriali è pari al 25%,
  • per investimenti materiali nelle aziende è pari al 15%.

Nel settore dei prodotti forestali il valore del sostegno espresso in percentuale del volume degli investimenti ammessi a finanziamento, è fissato al 30%.

Nel settore dei prodotti forestali si applica il regime “de minimis” (Reg. CE n 1998/2006).