Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

3.1.1 Diversificazione in attività non agricole - PSR - Emilia-Romagna

Anagrafica Misura
Regione: 
Emilia-Romagna
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 3 - Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale
Azione: 
3) Impianti per energia da fonti alternative
Fonti: 

PSR Emilia Romagna Versione 8 - Dicembre 2012

Responsabile della Misura: 

Mauro Fini
Tel. 051 5274309
E-mail: mfini@regione.emilia-romagna.it


Marcella Isola
Tel. 051 5274458
E-mail: misola@regione.emilia-romagna.it

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La Misura, attraverso il miglioramento delle strutture rurali, crea nuove occasioni di reddito per le aziende agricole che producono beni e servizi diversificati e migliora la fruibilità dei beni storici monumentali, come fabbricati, borghi e centri urbani minori.
Sostenendo investimenti destinati alla realizzazione di impianti per la produzione e la distribuzione di bioenergie, contribuisce, altresì, alla razionalizzazione e all’ottimizzazione del sistema energetico regionale.
Gli obiettivi operativi della Misura sono:

  • Realizzazione di interventi di recupero e ampliamento di immobili da destinare all’attività agrituristica e didattica;
  • Realizzazione di interventi di recupero di immobili da destinare all’ospitalità turistica di alloggio e prima colazione;
  • Realizzazione di interventi per la costruzione di impianti volti alla produzione e alla distribuzione di bioenergie.
Interventi ammissibili: 

Sono ammissibili gli interventi per la realizzazione di impianti per la produzione, utilizzazione e vendita di energia e/o calore di potenza massima di 1 MW quali:

  • centrali termiche con caldaie alimentate prevalentemente a cippato o a pellets;
  • microimpianti per la produzione di biogas dai quali ricavare energia termica e/o elettrica (compresa cogenerazione)
  • microimpianti per la produzione di pellets e oli combustibili da materiale vegetale ;
  • microimpianti per la produzione di energia eolica ;;
  • microimpianti per la produzione di energia solare
  • microimpianti per la produzione di energia idrica (piccoli salti)
  • impianti combinati per la produzione di energia da fonti rinnovabili: in tali impianti la somma delle singole tipologie di produzione non può superare la potenza massima di 1MW.
  • piccole reti per la distribuzione dell’energia a servizio delle centrali o dei microimpianti realizzati in attuazione della presente Azione nel limite massimo del 20% della spesa ammissibile del progetto presentato ed alla condizione che tale rete sia di proprietà del beneficiario.

Gli interventi dell'Azione 3 dovranno essere corredati di un progetto definitivo di fattibilità provvisto di tutte le autorizzazioni necessarie e di un piano che dimostri la possibilità di approvvigionamento locale della biomassa o della materia prima utilizzata .
Dovranno essere applicate le migliori tecniche disponibili per il controllo delle pressioni sull’ambiente.

Qualora il beneficiario non sia in grado di coprire autonomamente le fasi di produzione della biomassa, la trasformazione e la vendita del prodotto finale si richiede la presentazione di un progetto di filiera sottoscritto dai partecipanti che veda la presenza di altre imprese del territorio.

Gli impianti per la produzione di biogas sono ammissibili solo quando è dimostrato che il bilancio di emissione di CO2 è positivo..
Sarà prevista una priorità agli impianti per la produzione di energia solare installati sui fabbricati rispetto agli impianti posizionati a terra.
 

Destinazione
Destinatari: 

Imprenditore agricolo di cui all’art.2135 del Codice Civile o un membro della famiglia.

Aree territoriali di riferimento: 
  • aree rurali con problemi complessivi di sviluppo (Aree D)
  • aree rurali intermedie (Aree C)
  • aree ad agricoltura specializzata (Aree B)

Sono ritenute prioritarie le aree rurali con problemi complessivi di sviluppo e le aree rurali intermedie.

Elenco comuni per zona di appartenenza.
 

Comparti: 
13. Energie rinnovabili
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Sono ammissibili le spese per la realizzazione di impianti per la produzione, utilizzazione e vendita di energia e/o calore di potenza massima di 1 MW, come sopra descritti.

Intensità dell'aiuto: 

Contributo in conto capitale sulla spesa massima ammissibile.

  • 20%:intensità minima del contributo concesso
  • 50%:intensità massima del contributo concesso


La percentuale del contributo sarà articolata in base alla localizzazione territoriale e/o alla tipologia di intervento, nei bandi attuativi della Misura.

L’aiuto è soggetto al regime De Minimis