Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

1.2.3 Accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali - PSR - Emilia-Romagna

Anagrafica Misura
Regione: 
Emilia-Romagna
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 1 – Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale
Azione: 
2) Ammodernamento tecnologico delle imprese forestali
Fonti: 

PSR Emilia Romagna Versione 8 - Dicembre 2012

Responsabile della Misura: 

Claudia Orlandini
Tel. 051 5274876
E-mail: corlandini@regione.emilia-romagna.it

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La Misura è rivolta alle imprese di trasformazione e/o commercializzazione di prodotti agricoli e forestali che dimostrano di operare in un contesto di filiera, definito come potenzialità di vendere/collocare le proprie produzioni, garantendo un'adeguata remunerazione per le aziende agricole che cedono la materia prima.

Obiettivi operativi della Misura sono:

  • Migliorare la remunerazione della materia prima ai produttori di base;
  • Incentivare la commercializzazione dei prodotti agricoli e forestali primari attraverso la sottoscrizione di contratti per l’integrazione di filiera;
  • Incentivare l'introduzione di tecnologie innovative finalizzate a rispondere a nuove opportunità di mercato;
  • Incentivare gli investimenti finalizzati ad aumentare le quote di esportazione dei prodotti agroalimentari e forestali;
  • Incentivare gli investimenti per la ristrutturazione e l'ammodernamento degli impianti
  • agroindustriali;
  • Incentivare gli investimenti connessi al recupero ed allo smaltimento di rifiuti e sottoprodotti di provenienza agroindustriale, anche con finalità energetiche;
  • Incentivare investimenti connessi alla tutela dell'ambiente ed alla prevenzione degli inquinamenti.

In particolare l'Azione 2 prevede l'erogazione di incentivi a fronte di investimenti in impianti di prima lavorazione degli assortimenti legnosi ubicati sul territorio della Regione Emilia-Romagna.
 

Interventi ammissibili: 

Gli investimenti proposti dovranno essere riferiti alle seguenti tipologie:

  • a) investimenti concernenti l'acquisto di macchine ed attrezzature per le utilizzazioni forestali finalizzate alla prima lavorazione e condizionamento degli assortimenti legnosi compreso trasporto, sbramatura, scortecciatura, taglio e triturazione;
  • b) adeguamento o realizzazione di idonee strutture di raccolta, conservazione, condizionamento, confezionamento e prima trasformazione del legno e dei prodotti assimilabili, compreso l'acquisto dei relativi macchinari ed attrezzature;
  • c) adeguamento e miglioramento della sicurezza sui luoghi di lavoro ed acquisto di idonei dispositivi.

Esigenze di ammodernamento e ristrutturazione

  • Investimenti finalizzati ad aumentare il valore economico delle foreste;
  • Interventi per il miglioramento e aumento dell’assortimento legnoso;
  • Investimenti relativi alla meccanizzazione delle operazioni forestali.

Gli investimenti collegati all'uso del legno, utilizzato come materia prima, sono limitati alle sole operazioni di lavorazione che precedono la trasformazione industriale.

L'aiuto è subordinato alla dimostrazione che l'investimento determini una concreta ricaduta in termini di ridistribuzione di reddito, di certezza di ritiro del prodotto e di servizi offerti sui produttori agricoli di base.

Destinazione
Destinatari: 
  • Cooperative e Consorzi forestali e imprese agro-forestali regolarmente iscritte presso le Camere di Commercio, Industria Artigianato e Agricoltura.
  • Microimprese del settore forestale

Le imprese che trasformano e/o commercializzano materia prima non prodotta direttamente e/o non conferita per obbligo statutario da produttori di base singoli o associati, dovranno comprovare la sussistenza di tali condizioni attraverso contratti di acquisto e/o di coltivazione stipulati con produttori agricoli singoli o associati.
I suddetti contratti devono coprire almeno il 75% della materia prima da commercializzare e/o trasformare previsto come obiettivo finale dell'investimento.

Aree territoriali di riferimento: 

Intero territorio regionale con priorità per aree collinari e montane.

Comparti: 
10. Forestale
13. Energie rinnovabili
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Investimenti materiali

  • costruzione e ristrutturazione di immobili;
  • acquisto di impianti, macchinari, attrezzature;

Investimenti immateriali
Sono ammissibili a sostegno le spese per investimenti immateriali, connessi agli investimenti di cui al punto precedente, quali:

  • acquisizione di know-how;
  • acquisto di software;
  • onorari di professionisti e consulenti, studi di fattibilità connessi col progetto presentato.

Esclusioni e limitazioni
Non sono ammissibili le spese per:

  • acquisto di immobili e di terreni;
  • acquisto di macchinari ed attrezzature usate;
  • costruzione di strutture e acquisto di attrezzature non strettamente funzionali ad un processo innovativo aziendale ed investimenti di mera sostituzione;
  • investimenti destinati ad adeguamenti a normative cogenti i cui termini di regolarizzazione risultino scaduti.

Soglie e massimali di spesa

  • Spesa massima ammissibile: 1.000.000€
  • Spesa minima ammissibile: 100.000€ 
  • Spesa minima ammissibile nel caso di investimenti proposti nell’ambito di progetti collettivi: 50.000€ 
  • Spesa massima per investimenti immateriali 12% degli investimenti materiali.

 

Intensità dell'aiuto: 

Contributo in conto capitale calcolato su una spesa massima ammissibile.

  • 40% sul totale della spesa ammissibile

Aiuto soggetto al regime "De Minimis"