Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

1.2.2 Accrescimento del valore economico delle foreste - PSR - Emilia-Romagna

Anagrafica Misura
Regione: 
Emilia-Romagna
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 1 – Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale
Fonti: 

PSR Emilia Romagna Versione 8 - Dicembre 2012

Responsabile della Misura: 

Maria Carla Cera
Tel. 051 5276846
E-mail: mcera@regione.emilia-romagna.it

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La Misura consiste in azioni integrate rivolte all’aumento del valore economico dei boschi, sia per la produzione di assortimenti legnosi finalizzati all’utilizzo artigianale, industriale ed energetico sia per l’incremento delle funzioni produttive legate alle produzioni non legnose dei boschi.

Gli obiettivi operativi della Misura sono:

  • Incentivare la realizzazione di  interventi selvicolturali finalizzati all'aumento della produzione di assortimenti legnosi e connessi;
  • Incentivare la creazione di nuove imprese boschive locali;
  • Incentivare interventi strutturali ed infrastrutturali nelle superfici boscate finalizzati all’aumento del valore delle produzioni forestali.
     
Interventi ammissibili: 

Sono considerate ammissibili a contributo le superfici forestali così come definite dalle normative vigenti (Prescrizioni di Massima e Polizia Forestale della Regione Emilia-Romagna).
Per le aziende con una superficie forestale superiore a 100 ha gli interventi sono subordinati alla presenza di un Piano di gestione forestale (piano d’assestamento forestale o piano di coltura e conservazione vigenti), secondo quanto previsto dalla legislazione regionale di settore vigente e dal Piano Forestale Regionale.

Sono ammissibili a sostegno le spese per investimenti materiali riferiti alle seguenti azioni ed interventi:

  • conversioni di boschi cedui in alto fusto (interventi di conversione da bosco ceduo a bosco di alto fusto che comportano una modifica permanente della struttura del bosco per la produzione di assortimenti legnosi di elevato valore tecnologico);
  • trasformazione di popolamenti artificiali (sono ammissibili i tagli straordinari volti a modificare la composizione specifica di popolamenti artificiali quali rimboschimenti di conifere e pioppeti specializzati in abbandono colturale per favorire lo sviluppo di specie autoctone di maggior pregio e valore tecnologico)
  • realizzazione ed adeguamento di investimenti aziendali relativi a viabilità forestale, quali strade forestali, piste forestali, imposti permanenti (sono ammissibili esclusivamente i nuovi interventi e le manutenzioni straordinarie alle infrastrutture);
  • interventi di conservazione, recupero e miglioramento dei castagneti da frutto (sono ammissibili solo interventi straordinari, sono escluse tutte le attività colturali di manutenzione annuali);
  • acquisto di macchine ed attrezzature per le utilizzazioni forestali finalizzate ad una o più delle seguenti operazioni: taglio, allestimento, esbosco;
  • acquisto di dispositivi di protezione individuale e di sicurezza (ammissibili solo per attività ex novo, sono pertanto escluse tutte le sostituzioni di macchinari ed attrezzature già in dotazione ai beneficiari).
Destinazione
Destinatari: 

La Misura finanzia interventi di iniziativa privata proposti da imprese quali:

  • cooperative e consorzi forestali;
  • proprietà collettive;
  • aziende agro-forestali;
  • altre imprese, relativamente a superfici di privati o loro associazioni, di Comuni o loro associazioni.
     
Aree territoriali di riferimento: 

La Misura si applica all'intero territorio regionale con le seguenti priorità:

  • aree collinari e montane;
  • boschi gestiti attraverso un Piano d’Assestamento Forestale o piano di coltura e conservazione vigenti.
     
Comparti: 
10. Forestale
10.1 Arboricoltura da legno
10.2 Silvicoltura
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Investimenti materiali

  • conversioni di boschi cedui in alto fusto;
  • trasformazione di popolamenti artificiali
  • realizzazione ed adeguamento di investimenti aziendali relativi a viabilità forestale;
  • interventi di conservazione, recupero e miglioramento dei castagneti da frutto;
  • acquisto di macchine ed attrezzature per le utilizzazioni forestali finalizzate ad una o più delle seguenti operazioni: taglio, allestimento, esbosco;
  • acquisto di dispositivi di protezione individuale e di sicurezza

Investimenti immateriali

  • certificazione forestale finalizzata a creare un valore aggiunto ai prodotti provenienti dalle foreste regionali ed a garantire la sostenibilità degli interventi selvicolturali;
  • acquisizione di know-how;
  • acquisto di software;
  • onorari di professionisti e consulenti, studi di fattibilità connessi col progetto presentato.

Soglie e massimali di spesa

  • Le spese per investimenti immateriali non possono superare il 12% degli investimenti materiali;
  • Spesa massima ammissibile: 1.000.000,00€;
  • Spesa minima ammissibile: 50.000,00€
  • Spesa minima ammissibile, in caso di investimenti inseriti in progetti di filiera o collettivi: 10.000,00€

Esclusioni e limitazioni
L’acquisto di macchine ed attrezzature e di dispositivi di protezione individuale e di sicurezza è ammesso solo per attività ex novo, sono pertanto escluse tutte le sostituzioni di macchinari già in dotazione ai beneficiari.

Intensità dell'aiuto: 

Contributo in conto capitale ad intensità differenziata:

  • 60% delle spese ammissibili, nelle zone montane o svantaggiate e nelle aree di Rete Natura 2000 e Direttiva 2000/60/CEE.
  • 50% delle spese ammissibili negli altri territori.