Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

3.1.1 Diversificazione in attività non agricole - PSR - Piemonte

Anagrafica Misura
Regione: 
Piemonte
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 3 - Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale
Fonti: 

PSR Piemonte - Versione approvata con D.G.R. 2-9977 del 05/11/2008 (modifiche anno 2008) ed integrata con modifiche Health Check al 10/12/2009

Responsabile della Misura: 

Massimo CLERICO
tel: 011-432.4100
mail: massimo.clerico@regione.piemonte.it

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La Misura punta a favorire la permanenza dell'agricoltura sul territorio attraverso la concessione di contributi per interventi di diversificazione dei redditi delle aziende agricole attraverso nuove attività (agriturismo, cessione di energia da fonti rinnovabili, artigianato tipico, gestione delle reti turistiche locali, servizi sociali e culturali alla popolazione).

Interventi ammissibili: 

L’aiuto è accordato per investimenti in aziende agricole nei seguenti ambiti di diversificazione:

  • agriturismo
  • produzione di energia da fonti rinnovabili per la cessione a terzi (limitatamente ad impianti di potenza massima installata pari ad 1 MW elettrico, in quanto la realizzazione di impianti di potenza superiore ricade nella competenza del FESR); gli interventi finalizzati alla produzione di energia da biomasse ottenute a partire da colture agrarie dedicate non sono ammissibili nelle zone Natura 2000, nelle aree a parco e nelle aree protette. Nelle altre zone tali interventi sono ammissibili solamente previa valutazione delle conseguenze sull’ambiente della realizzazione degli interventi stessi;
  • artigianato avente caratteri di tipicità;
  • servizi educativi, sociali e per il tempo libero;
  • gestione delle reti turistiche locali.
Destinazione
Destinatari: 

Membri della famiglia agricola, ovvero persone fisiche, parenti e affini fino al terzo grado dell’imprenditore agricolo, conviventi con esso nel medesimo nucleo familiare.

Aree territoriali di riferimento: 

“Aree rurali intermedie C” e “Aree rurali con problemi complessivi di sviluppo D”
Aree B (Aree rurali ad agricoltura intensiva), limitatamente alle aziende agricole strutturalmente ed economicamente più deboli (aziende nelle quali il reddito netto da attività agricola per addetto effettivo è inferiore al reddito netto del salariato agricolo comune) che dimostrino di presentare svantaggi strutturali tali da compromettere la loro competitività in quanto produttori agricoli e che pertanto dimostrino di aver necessità di diversificare la propria attività.

Elenco comuni per zona di appartenenza.
 

Comparti: 
12. Agriturismo e attività connesse (artigianato, fattorie didattiche, ....)
13. Energie rinnovabili
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Investimenti materiali e immateriali

  • costruzione, predisposizione e ristrutturazione di edifici e beni immobili;
  • acquisto di attrezzature fisse e mobili e di macchinari in genere, nonché di strumentazioni di controllo e di apparecchiature informatiche e dei relativi programmi

Spese generali

  • acquisito di servizi finalizzati, consulenze, studi di fattibilità e simili

Esclusioni e limitazioni

Sono esclusi:

  • l'acquisto di fabbricati e strutture esistenti
  • l'acquisto di macchinari e attrezzature usati
  • l'esecuzione di interventi di sostituzione e di manutenzione ordinaria

Soglie e massimali di spesa

Importo massimo spese generali 12% degli investimenti ammissibili a cui sono collegate
 

Intensità dell'aiuto: 

Contributo in conto capitale

  • 50 % dell'investimento ammissibile realizzato in zone svantaggiate
  • 40 % dell'investimento ammissibile realizzato in altre zone

Contributo soggetto al regime del “de minimis”