Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

1.2.4 Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti processi e tecnologie nel settore agricolo, alimentare e forestale - PSR - Piemonte

Anagrafica Misura
Regione: 
Piemonte
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 1 – Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale
Azione: 
2) Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nel settore forestale
Fonti: 

PSR Piemonte - Versione approvata con D.G.R. 2-9977 del 05/11/2008 (modifiche anno 2008) ed integrata con modifiche Health Check al 10/12/2009

Responsabile della Misura: 

Gabriele PETERLIN
tel. 011-432.4258
mail: gabriele.peterlin@regione.piemonte.it 

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La misura intende favorire la cooperazione tra i diversi operatori, con particolare riguardo alle fasi di programmazione e progettazione dell'innovazione e alla loro realizzazione.

L’azione 2 in particolare intende aumentare il livello di integrazione tra i produttori primari e tra i diversi operatori della filiera forestale attraverso la creazione di forme organizzate di cooperazione finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi e tecnologie e volte a:

  • migliorare, attraverso un approccio innovativo, la qualità della produzione e la competitività del settore forestale;
  • favorire l'integrazione e la cooperazione tra i diversi operatori del settore forestale;
  • promuovere la costituzione di forme di cooperazione quali forme associative o filiere di cooperazione tra produttori ed operatori del settore forestale per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie;
  • agevolare la costituzione di forme di cooperazione quali forme associative o filiere di cooperazione tra produttori ed operatori del settore per la raccolta, l'immagazzinamento, la commercializzazione e la vendita associata dei prodotti della selvicoltura, dei prodotti legnosi forestali e dell'arboricoltura da legno;
  • accrescere la capacità relazionale e l’integrazione degli operatori di una stessa filiera;
  • alimentare la collaborazione e le sinergie tra strutture di ricerca e sviluppo e le imprese;
  • incrementare la capacità di espressione dei bisogni innovativi delle imprese;
  • agevolare l’innovazione e l’accesso alla ricerca e sviluppo;
  • sviluppare e brevettare nuovi prodotti, processi e tecnologie;
  • favorire la stipula di intese tra i diversi operatori e attori del settore forestale.
Interventi ammissibili: 

Creazione di forme organizzate di cooperazione finalizzate alla progettazione, allo sviluppo e alla realizzazione di nuovi prodotti, processi e tecnologie nel settore forestale.

I progetti devono riguardare lo sviluppo di tecnologie innovative:

  • di prodotto, limitatamente all'insieme di attività che precedono l'adozione delle nuove tecnologie nel processo produttivo, compresa la realizzazione ed il collaudo di prototipi;
  • di prodotto e di processo, limitatamente all'insieme di attività che precedono l'adozione delle nuove tecnologie nel processo produttivo, compresa la realizzazione ed il collaudo di prototipi;
  • in ambito ICT per sistemi di gestione in rete, logistica e flusso dei dati/informazioni, compresi i sistemi che facilitano la concentrazione dell'offerta e della domanda

Le iniziative di cooperazione non potranno interessare prodotti o tecnologie già esistenti ed affermate sul territorio.

I progetti di sviluppo non possono comprendere attività di ricerca.
 

Destinazione
Destinatari: 

Forme organizzate di cooperazione, anche temporanee, finalizzate alla progettazione, allo sviluppo e alla realizzazione di nuovi prodotti, processi e tecnologie nel settore forestale previste dall'ordinamento.

Le forme di cooperazione dovranno:

  • essere costituite formalmente con atto pubblico, anche successivamente alla ammissione a contributo;
  • essere costituite da un numero totale di soggetti non inferiore a 3;
  • rappresentare almeno 2 diverse categorie di operatori tra quelle di seguito elencate:
  1. proprietari o gestori in via non temporanea di superfici forestali o impianti di arboricoltura da legno;
  2. produttori primari e imprese di utilizzazioni forestali;
  3. società cooperative, operatori dell'industria e imprese di commercializzazione e vendita;
  4. Imprese, anche artigianali, di prima trasformazione;
  5. Università, Enti, Centri ed Istituti di ricerca, pubblici e privati;
  6. Società di servizi;
  7. Altri soggetti, pubblici o privati operatori della filiera foresta - legno – energia

I portatori dei risultati della ricerca alla base del progetto di sviluppo, ovvero i soggetti che hanno sviluppato l'idea alla base del progetto, dovranno sempre essere presenti, anche quali consulenti o responsabili scientifici esterni.
 

Aree territoriali di riferimento: 

Intero territorio regionale.

Comparti: 
10. Forestale
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Le tipologie di spese ammissibili sono, in dettaglio:

Investimenti materiali e immateriali

  • creazione e costituzione non fine a se stessa delle forme di cooperazione tra i soggetti quali: forme associative o filiere di cooperazione funzionali alla progettazione, sviluppo realizzazione e sperimentazione esclusivamente pre-competitiva di progetti, di prodotti, di processi o di tecnologie
  • introduzione pre-competitiva di prodotti, processi e tecnologie: in particolare saranno oggetto di sostegno le attività preparatorie, quali design, lo sviluppo ed il test di prodotto, processo e/ o tecnologia, studi di fattibilità tecnica preliminari e la realizzazione di progetti pilota e di dimostrazione iniziale, di durata complessiva non superiore a 36 mesi a partire dalla data di finanziamento della richiesta di contributo. Altri investimenti, materiali od immateriali correlati all'attività di cooperazione e collaborazione
  • acquisto, anche mediante il leasing, al valore di mercato, di macchine ed attrezzature nuove, inclusi hardware e software. Il leasing sarà ammesso unicamente se finalizzato all'acquisto del bene stesso
  • spese generali, quali, ad esempio, spese professionali,le consulenze, studi di fattibilità e di progettazione, acquisto di patenti e licenze.

Esclusioni e limitazioni

Gli investimenti possono riguardare le operazioni ed i costi sostenuti prima della fase di commercializzazione dei prodotti, processi o tecnologie.
Sono escluse le spese per attività di ricerca.

Non sono ammissibili i costi connessi al contratto di leasing quali, a titolo esemplificativo, minusvalenze, interessi, assicurazioni, sovrattasse.

Soglie e massimali di spesa

Importo minimo investimenti ammissibili 40.000 euro

Importo minimo investimenti ammissibili per progetti riguardanti la società dell’informazione e la new economy
20.000 euro

Importo massimo investimenti ammissibili 200.000 euro

Importo massimo spese generali 5% dell’investimento totale ammissibile
 

Intensità dell'aiuto: 

Contributo in conto capitale

  • 90% delle spese ammissibili nel caso di forme di cooperazione in cui non siano presenti Enti Pubblici.

A tal fine gli Enti ed Istituti di Ricerca non sono equiparati ad Enti Pubblici.

 

  • 100% delle spese ammissibili nel caso di forme di cooperazione in cui non siano presenti Enti Pubblici.

Contributo soggetto al regime del de minimis