Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

1.2.3 Accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali - PSR - Piemonte

Anagrafica Misura
Regione: 
Piemonte
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 1 – Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale
Azione: 
2) Accrescimento del valore aggiunto dei prodotti forestali.
Fonti: 

PSR Piemonte - Versione approvata con D.G.R. 2-9977 del 05/11/2008 (modifiche anno 2008) ed integrata con modifiche Health Check al 10/12/2009

Responsabile della Misura: 

Marco GODINO
tel. 011-432.2861
mail: marco.godino@regione.piemonte.it

Bianca EULA
tel. 011-432.2472
mail: bianca.eula@regione.piemonte.it

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La misura mira a contribuire allo sviluppo delle fasi di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli attraverso il sostegno ad investimenti finalizzati a:

  • favorire l’efficienza dei processi di raccolta trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, forestali e dell'arboricoltura da legno
  • promuovere l’utilizzo dei prodotti agricoli e forestali per la produzione di energie rinnovabili per auto-consumo
  • sviluppare nuovi prodotti, processi e tecnologie
  • promuovere la creazione di nuovi sbocchi di mercato per i prodotti agricoli e forestali
  • promuovere i prodotti agricoli e forestali ponendo l’accento sulla qualità, sui sistemi di certificazione di gestione sostenibile e di tracciabilità dei prodotti
  • garantire una ricaduta positiva sui produttori di base
  • migliorare la tutela ambientale con particolare riferimento al risparmio energetico e alla riduzione dei consumi idrici, la prevenzione degli inquinamenti, la sicurezza sul lavoro, l’igiene e il benessere animale
  • incentivare gli investimenti connessi al recupero ed allo smaltimento di rifiuti e sottoprodotti di provenienza agro-industriale, anche da destinare alla produzione di energia.

L'azione 2 in particolare è rivolta ad incentivare investimenti materiali e immateriali che concorrono a promuovere l'ammodernamento delle imprese, l'innovazione, l'integrazione delle filiere.
 

Interventi ammissibili: 

L’azione 2 prevede il sostegno a investimenti finalizzati a:

  • l’attività di raccolta, trasformazione e commercializzazione dei prodotti della selvicoltura
  • l’accesso e l'adozione di sistemi di certificazione di gestione forestale sostenibile e di tracciabilità dei prodotti della selvicoltura
  • l’acquisto di macchine e attrezzature a carattere innovativo;
  • lo sviluppo di prodotti, processi produttivi, e tecnologie innovative, anche attraverso la meccanizzazione di specifiche fasi di lavorazione o la unificazione di più stadi disgiunti di lavorazione, l'ottimizzazione o riduzione dei consumi energetici
Destinazione
Destinatari: 

Microimprese ai sensi della raccomandazione 2003/361/CE della Commissione che operano nel settore forestale.

Il sostegno non può essere concesso a imprese in difficoltà (GU C 244 dell’1.10.2004).

Aree territoriali di riferimento: 

Intero territorio regionale.

Comparti: 
10. Forestale
10.2 Silvicoltura
10.3 Produzioni forestali per la produzione di energia
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Investimenti materiali

  • acquisto di macchine, attrezzature ed impianti per la raccolta, lo stoccaggio e le lavorazioni precedenti la trasformazione industriale;
  • classificazione e commercializzazione dei prodotti forestali, ivi comprese le biomasse per la produzione di energia;
  • realizzazione, ristrutturazione e ammodernamento di impianti di condizionamento, trasformazione e commercializzazione dei prodotti della selvicoltura;
  • realizzazione di centri di deposito, confezionamento e imballaggio;
  • introduzione di nuove tecnologie, compresi hardware e software;
  • acquisizione sviluppo ed adeguamento di nuovi prodotti, processi, tecnologie e packaging; finalizzati a ridurre i costi di produzione, rafforzare la competitività ed incrementare la qualità;

Investimenti immateriali

  • spese professionali
  • consulenze
  • studi di fattibilità e di progettazione
  • acquisto di patenti e licenze
  • adozione di sistemi di gestione forestale sostenibile o di sistemi ecocompatibili e acquisizione di certificazione di Qualità solo se legati agli investimenti materiali

Esclusioni e limitazioni

Gli investimenti connessi all’uso del legno come materia prima sono limitati all’insieme delle lavorazioni precedenti la trasformazione industriale.

Sono esclusi:

  • investimenti strutturali non ammortizzabili;
  • iniziative volte a sostenere progetti di promozione pubblicitaria volti ad incrementare le vendite o affermare nuovi prodotti sul mercato;
  • investimenti di mera sostituzione, cioè finalizzati semplicemente a sostituire macchinari o fabbricati esistenti, o parti degli stessi, con edifici o macchinari nuovi e aggiornati senza modificare sostanzialmente la natura della produzione o della tecnologia utilizzata

Soglie e massimali di spesa

Importo massimo investimenti immateriali  12% dell’importo massimo degli investimenti materiali a cui sono collegati.

Importo minimo investimento ammissibile 25.000 euro

Importo massimo investimento ammissibile 500.000 euro

Intensità dell'aiuto: 

Contributo in conto capitale

  • 40% dell'investimento ammissibile
  • Importo contributo massimo concedibile a ciascun beneficiario 200.000 euro

Contributo soggetto al regime del de minimis