Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

2.2.7 Sostegno agli investimenti non produttivi nel settore forestale - PSR - Basilicata

Anagrafica Misura
Regione: 
Basilicata
Strumento agevolativo: 
PSR
Fondo strutturale: 
FEASR
Asse prioritario: 
Asse 2 - Miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale
Fonti: 

PSR Basilicata - Versione Settembre 2012

Responsabile della Misura: 

DE CANIO Rocco
Telefono 0971.668718
rocco.decanio@regione.basilicata.it

Oggetto
Descrizione e finalità: 

La misura intende favorire investimenti che non danno luogo ad un alcun aumento del valore o della redditività delle foreste e che sono connessi al conseguimento di obiettivi di carattere ambientale nonché di valorizzazione dei boschi non produttivi in termini di pubblica utilità, e finalizzati a favorire il ruolo multifunzionale delle aree forestali e favorirne l’uso a scopi ricreativi, turistici e sociali.
Più in dettaglio la misura mira:

  • al miglioramento strutturale e funzionale dei soprassuoli forestali esistenti, conservazione e miglioramento della biodiversità; potenziamento della stabilità ecologica dei popolamenti forestali con funzioni prevalentemente protettive; protezione del suolo dall’erosione, miglioramento della funzione di assorbimento della CO2 per il contrasto dei cambiamenti climatici.
  • alla realizzazione di investimenti selvicolturali volti alla valorizzazione e al mantenimento della fruizione pubblica delle aree forestali.
Interventi ammissibili: 

La misura si articola in due azioni:

Azione 1 – Realizzazione di investimenti con finalità ambientali, realizzabili esclusivamente in aree forestali e zone boschive non produttive.

Comprende:

  • sfolli in giovani impianti;
  • diradamenti eseguiti in fustaie;
  • avviamento all’alto fusto di cedui invecchiati;
  • disetaneizzazione di fustaie coetanee;
  • rinaturalizzazione di fustaie di conifere;
  • ricostituzione di aree aperte all’interno dei boschi al fine di aumentare la variabilità spaziale e la biodiversità;
  • realizzazione o ripristino, all’interno dei rimboschimenti esistenti o nelle aree di neocolonizzazione, di opere di sistemazione idraulico-forestali, quali muretti a secco, piccole opere di canalizzazione e regimazione delle acque, anche al fine delle creazione di microambienti per la salvaguardia di specie rupestri;
  • interventi di ricostituzione e miglioramento della vegetazione ripariale, volti all’aumento della stabilità degli argini, all’affermazione e/o diffusione delle specie ripariali autoctone;
  • realizzazione, ripristino di stagni, laghetti e torbiere all’interno di superfici forestali.

Azione 2 – Realizzazione di investimenti selvicolturali volti a migliorare la fruizione pubblica delle aree forestali:

Comprende:

  • creazione e sistemazione di sentieri;
  • realizzazione o ripristino di piazzole di sosta, di aree picnic, di cartellonistica, di punti panoramici;
  • ristrutturazione di bivacchi e rifugi forestali (liberamente accessibili al pubblico, non a pagamento);
  • realizzazione di cartellonistica e arredi per interventi didattici e divulgativi in bosco.
Destinazione
Destinatari: 
  • Imprenditori agricoli/forestali (persone fisiche e loro associazioni; persone giuridiche di diritto privato e loro associazioni).
  • Comuni e loro associazioni
  • Amministrazione separata per gli usi civici di cui alla legge 16 giugno 1927, n. 1766
  • Enti gestori di aree protette
Aree territoriali di riferimento: 

Macro-aree:

  • D1 (Aree ad agricoltura con modelli organizzativi più avanzati)
  • D2 (Aree rurali con problemi complessivi di sviluppo).

Elenco comuni per zona di appartenenza.

Comparti: 
14. Interventi agroforestali non produttivi
Investimenti e contributo
Spese ammissibili: 

Investimenti materiali

  • Spese sostenute per la realizzazione degli interventi previsti dal progetto esecutivo, redatto sulla base dei prezzi contenuti nei prezziari regionali in vigore, per lavori, acquisti necessari alla corretta esecuzione dell’intervento.


Investimenti immateriali comprensivi di spese

  • progettazione
  • spese generali

Esclusioni e limitazioni

Non sono ammessi acquisti di macchine e attrezzature.

Soglie e massimali di spesa

  • Importo massimo investimenti immateriali comprensivi di spese 10% del valore degli investimenti materiali ammissibili a cui sono connesse.
Intensità dell'aiuto: 

Contributo in conto capitale

  • 80% delle spese ammissibili nel caso di interventi realizzati nelle zone svantaggiate e di montagna ai sensi della Dir. 75/268/CEE, e nelle zone Natura 2000;
  • 70% del costo ammissibile nel caso di intervento realizzati nelle altre zone

Contributo soggetto al regime de minimis.