Cerca un finanziamento

You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.
You don't have Javascript enabled. Hover for more information! But don't worry: you can still use this web site! You have two options:
  • attiva Javascript nel tuo browser e ricarica la pagina per una miglior funzionamento.
  • clicca il tasto Aggiorna quando devi aggiornare la tendina di selezione.

Glossary

All | A | C | D | E | F | G | I | M | N | O | P | Q | R | S | U | Z

MIcrofiliere_Gal_regione_Calabria

Per micro filiera deve intendersi l’attività di produzione, lavorazione/trasformazione, confezionamento e commercializzazione dei prodotti agricoli e zootecnici quando tale attività:

A. Interessa le produzioni tipiche dell’area più importanti, la cui materia prima è derivante dalla zootecnia minore e dagli allevamenti allo stato brado, quali ad esempio:

  • produzione del pecorino e caprino e degli altri formaggi autoctoni;
  • prodotti caseari tipici dell'area (es. il caciocavallo podolico, ecc.), il cui latte per la lavorazione è derivante dal bovino di razza podolica;
  • produzione di carni lavorate (es. il lardo, la pancetta arrotolata, ecc.) ed insaccati tipici locali (es. il capocollo, la salsiccia, la soppressata, il prosciutto crudo, ecc.) la cui materia prima per la lavorazione è derivante esclusivamente dal suino nero di Calabria.

B. Interessa le produzioni legate a specifiche vocazioni dei territori rurali, al recupero del paesaggio agrario e agli aspetti legati alla tutela dell’ambiente, nonché tematiche legate alla diversificazione delle attività aziendali. In particolare, risultano ammissibili le seguenti produzioni:

  • erbe e/o piante aromatiche od officinali (es. liquirizia, origano, anice, finocchietto selvatico, rosmarino, ecc.);
  • prodotti spontanei del bosco e del sottobosco (es. funghi spontanei, lamponi, fragoline, mirtillo, more, ecc.);
  • ortofrutticoltura (es. peperoncino, peperone rosso, olive da mensa in conserva, fichi, ciliegie, piselli, fave, conserve di ortaggi vari sott'olio, marmellate e confetture, liquori di agrumi, di erbe aromatiche, ecc , miele di fiori autoctoni, mandorle, fichi d’India, ecc.).